Spegne 100 candeline Eda Marcucci, una vita dedicata al lavoro: la festa nel ristorante da lei creato

Martedì 2 Marzo 2021
Spegne 100 candeline Eda Marcucci, una vita dedicata al lavoro: la festa nel ristorante da lei creato

PORTO RECANATI  - Ha festeggiato il secolo di vita e lo ha fatto nel ristorante che ha creato e in cui ha lavorato per metà della sua vita. Eda Marcucci, circondata dai suoi affetti più stretti, ha tagliato il traguardo delle 100 primavere e ieri ha spento le candeline nel locale “Zia Emilia” della città che per 51 anni ha gestito insieme ai figli. Per Anna e Piero Capitanelli, infatti, la mamma rappresenta un punto di riferimento sia in famiglia che al lavoro.

 

Quella donna minuta, timida e riservata è sempre stata una grande lavoratrice e continua ad esserlo ancora oggi: fino a quando il lockdown non ha stravolto le vite dei ristoratori, infatti, Eda Marcucci ha continuato a vivere nella stessa struttura dell’attività, impegnandosi quotidianamente nella pulizia del pesce e nell’asciugatura delle posate per la sala. I cambiamenti portati dalla pandemia hanno costretto l’anziana a trasferirsi a Numana, a casa della figlia, ma grazie alla sua grande determinazione ogni occasione è buona per continuare ad aiutare nel ristorante. A rappresentare l’amministrazione comunale ieri, il vicesindaco Rosalba Ubaldi che ha portato i saluti e gli auguri della cittadinanza per il traguardo raggiunto da Eda Marcucci e si è complimentata per le sue eccellenti condizioni che vive circondata dall’affetto dei figli e dei tanti nipoti. Eda è una dei 14 centenari e ultracentenari che vivono a Porto Recanati.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA