Morrovalle, non versa gli incassi del Lotto
Tabaccaia condannata: «Non ricordo»

Non versa incassi del Lotto
​Tabaccaia condannata:
«Ma non ricordo nulla»
MORROVALLE - Non consegna oltre 68.000 euro di giocate al Lotto e al Superenalotto, in Tribunale si giustifica: «Non ricordo nulla, stavo male». Condannata a due anni di reclusione per peculato. Il giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Macerata, Giovanni Manzoni, ha concesso all’imputata la sospensione condizionale della pena. Stessa pena richiesta dal pubblico ministero Vincenzo Carusi.
I fatti per cui la donna, è finita a processo risalgono al 2014. All’epoca gestiva una rivendita di generi di monopolio concessionaria del gioco del Lotto a Morrovalle. In base a quanto stabilito dall’accordo di concessione, la donna ogni giovedì avrebbe dovuto versare all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli le somme pagate dai giocatori (detratta la percentuale che spettava a lei). Ma gli introiti delle giocate relative alla settimana dal 7 luglio al 15 luglio di quell’anno non furono mai consegnati all’Agenzia. Scattò quindi una denuncia nei suoi confronti per l’omesso versamento di una cifra, successivamente calcolata, di 68.162 euro. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 11 Luglio 2019, 10:55 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2019 10:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO