Dalla manovra sospetta al maxi sequestro di gasolio agricolo: scatta la denuncia per tre persone

Dalla manovra sospetta al maxi sequestro di gasolio agricolo: scatta la denuncia per tre persone
Dalla manovra sospetta al maxi sequestro di gasolio agricolo: scatta la denuncia per tre persone
3 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Dicembre 2022, 10:51 - Ultimo aggiornamento: 16:09

MACERATA - Importante l'operazione portata a termine da Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Macerata con 4500 litri di gasolio agricolo agevolato sequestrato oltre ad una autobotte, una cisterna e tre auto con tre persone denunciate.

Nell’ambito del generale rafforzamento, su tutto il territorio provinciale, dell’attività operativa a contrasto delle frodi in materia di accise, con particolare riguardo alla fraudolenta circolazione dei prodotti energetici gravati da questa imposta, i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Macerata hanno individuato, seguito e  successivamente sottoposto a controllo un’autobotte che, dopo aver effettuato alcune manovre sospette, si fermava nelle campagne dell’hinterland maceratese, a ridosso di un fabbricato rurale, e procedeva a scaricare il gasolio in una cisterna ubicata all’interno dell'immobile. 

L’esame della documentazione fiscale obbligatoria per il trasporto del gasolio, esibita dal conducente dell’autobotte, consentiva ai finanzieri di appurare che la cessione del carburante era ad uso agricolo agevolato e stava avvenendo nei confronti di un’impresa agricola differente da quella riportata sul documento di trasporto e in una località diversa da quella prevista come destinazione.

La circostanza ha insospettito i militari circa l’eventualità che il carburante scaricato potesse essere utilizzato per fini diversi da quelli agricoli, con conseguente assoggettamento al previsto pagamento dell’accisa senza alcuna agevolazione. Tale ipotesi è stata confermata dall’esame del contenuto del serbatoio dei tre automezzi di proprietà dell’effettivo destinatario del carburante, dove veniva rinvenuto il gasolio dal caratteristico colore verde che contraddistingue quello di tipo agricolo.

 

Al termine delle operazioni ispettive, le Fiamme Gialle hanno sequestrato circa 4.500 litri di gasolio (destinato ad essere impiegato in agricoltura), l’autobotte utilizzata per il trasporto, della cisterna nella quale era stato versato il prodotto, tre autovetture nonché la denuncia alla locale Autorità Giudiziaria competente di tre persone (l’autista del mezzo, il legale rappresentante della società cedente e il titolare dell’impresa agricola effettivamente destinataria del carburante) - ferma restando la presunzione di innocenza fino a compiuto accertamento delle responsabilità - per i reati di sottrazione al pagamento dell’accisa sul gasolio e di destinazione dello stesso ad usi non consentiti.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA