Porto Recanati, eroina nella pancia
Ma l'ovulo si rompe e rischia la vita

Venerdì 9 Dicembre 2016
La stazione di Milano

PORTO RECANATI – Stava tornando nella sua casa di Porto Recanati con il suo carico di mezzo chilo di eroina, ma proprio il carico che portava in corpo ha rischiato di ucciderlo.

Un afgano di 21 anni ha rischiato di morire a causa di alcuni ovuli di eroina che si sono aperti nel suo stomaco durante il trasporto dalla Germania a Milano. Il giovane è arrivato in stazione Centrale con un autobus attorno alle 20 di ieri, ha mostrato segni di malessere ed è stato trasportato d'urgenza al Policlinico. I medici gli hanno trovato 18 ovuli nello stomaco e qualcuno nel colon. Alle 23 è stato necessario operarlo per rimuoverli. Le sue condizioni sono gravi ma non è in pericolo di vita. Nel risvolto dei pantaloni sono stati trovati altri 42 ovuli che erano stati espulsi da poco. In tutto sono 60 gli ovuli recuperati per un peso complessivo di poco più di 500 grammi. Una successiva perquisizione nel suo appartamento di Porto Recanati ha dato esito negativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA