«Con te siamo custodi del mondo». Anita trionfa allo Zecchino d'Oro, a casa trova cartellone e palloncini

Martedì 1 Giugno 2021 di Carla Passacantando
Anita Bartolomei con i genitori e il fratello

BELFORTE DEL CHIENTI - «Anita, insieme a te siamo tutti custodi del mondo». Il grande cartello campeggiava all’ingresso dell’abitazione contornato da tanti palloncini colorati quando ieri pomeriggio Anita Bartolomei, freschissima vincitrice della 63^ edizione dello Zecchino d’Oro è tornata a casa con i genitori. La piccola cantante di 8 anni si è imposta con la canzone “Custodi del mondo” di Simone Cristicchi e Gabriele Ortenzi. Ad attenderli c’erano i parenti che l’hanno subito attorniata per congratularsi.

 

«Non ci credo, ancora non ci credo», ha detto la bambina frastornata e raggiante di felicità. L’accoglienza ha solo anticipato la festa che la famiglia - mamma Marina Migliorelli e papà Moreno, dipendente della Nuova Simonelli - ha in animo di fare con Anita e il fratello Massimiliano di 12 anni.

«Domenica sera abbiamo festeggiato a Bologna con tutti i bambini. È veramente un sogno meraviglioso per Anita», ha detto la mamma Marina, maestra alla scuola primaria di Camporotondo di Fiastrone e un passato da baby cantante anche lei, protagonista al Cantapiccolo di Tolentino. «Ancora non ci crede di aver vinto - ha continuato - anche noi siamo increduli, ma felicissimi per lei, per tutte le emozioni che sta vivendo. Si merita questo premio. Si è molto impegnata e poi ha amato la canzone dal primo momento. Abbiamo ricevuto tantissime telefonate anche dei due autori, Simone Cristicchi e Gabriele Ortenzi. Si sono emozionati anch’essi ad ascoltarla. Le hanno fatto i complimenti per come l’ha interpretata, perché è riuscita a dare il significato che il brano merita. Per loro Anita è una bambina speciale. Ringraziano tantissimo l’insegnante di canto, Tiziana Muzi, che l’ha affiancata. Anche lei le ha inviato un messaggio bellissimo subito dopo l’esibizione».

Per Cristicchi Anita è stata bravissima. «Aver conquistato lo Zecchino d’Oro – ha affermato - è una gioia immensa, specialmente con una canzone che vuole essere un messaggio sociale di speranza e di costruzione di un futuro in armonia con la nostra madre terra. Essere custodi del mondo significa prenderci cura uno dell’altro, ma anche di questo straordinario pianeta». La bambina ieri si è fermata a Tolentino per salutare l’insegnante di canto, è stato un momento di grande emozione. «Per la preparazione abbiamo lavorato nel periodo del lockdown - ha detto la Muzi - e Anita è stata davvero brava. C’è da considerare anche la difficoltà dell’esecuzione del brano». 

Anita sarà ricevuta in Comune dal sindaco Alessio Vita. «È una grandissima soddisfazione», ha detto il primo cittadino. Anche Simonelli Group ha espresso vive congratulazioni alla bambina e si è complimenta con i famigliari. 
 

Ultimo aggiornamento: 5 Giugno, 22:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA