Fermo, lo sciopero delle maestre
Oggi è a rischio il rientro in classe

Lunedì 8 Gennaio 2018
una mamma accompagna i figlia a scuola

FERMO -Rrientro travagliato per i bambini delle scuole dell’infanzia e delle elementari. Oggi è infatti in programma uno sciopero delle maestre dopo l’ennesima modifica sulle modalità di reclutamento degli insegnanti, nello specifico dei diplomati magistrali prima del 2001-2002, con numerosi docenti che rischiano di passare dal contratto a tempo indeterminato a quello determinato, quindi al precariato.
Gli insegnanti sono sul piede di guerra e oggi scendono in piazza a Roma. Ma disagi potrebbero esserci anche negli altri istituti. Sono circa mille gli insegnanti delle Marche coinvolti dal provvedimento, di cui almeno 150 nel Fermano. Per il mondo della scuola se sei fuori dalle graduatorie a esaurimento sei precario. Si tratta di una situazione che non è mai stata stabilizzata. Proprio per l’accesso alle Gae (graduatorie a esaurimento) negli ultimi anni c’è stata una serie di ricorsi, al presidente della Repubblica e al Consiglio di Stato. Alcuni ricorsi sono stati accettati e 2000 persone sono entrate nelle graduatorie a pieno titolo, mentre altre migliaia sono entrate con riserva. I ricorsi Sono seguiti i ricorsi al Tar e al giudice del lavoro che hanno avuto come esito pareri discordanti: per questo era necessario trovare una linea comune.
Secondo i vertici degli istituti oggi tutte le scuole della provincia saranno aperte, anche se non mancheranno disagi. Dirigenti scolastici e segreterie sono in attesa di verificare l’adesione che avrà lo sciopero. «Impossibile prevedere il tipo di adesione che si registrerà - aveva rimarcato nei giorni scorsi Luca Pasqualini del Provveditorato agli studi di Ascoli e Fermo -: abbiamo informato le famiglie, di più non possiamo fare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA