Fermo, il latitante imprendibile si butta dalla finestra per scappare, ma alla fine scattano le manette

Domenica 21 Giugno 2020 di Sonia Amaolo
Fermo, il latitante imprendibile si butta dalla finestra per scappare, ma alla fine scattano le manette

FERMO - Acciuffato il latitante nordafricano, era ricercato da tempo, era riuscito sempre a farla franca, era scappato in Francia addirittura, ed era rientrato, aveva trovato ospitalità a casa di due connazionali a Lido Tre Archi e per l’ennesima volta era riuscito a sfuggire giovedì pomeriggio alle forze dell’ordine quando i poliziotti erano andati a cercarlo. Per sfuggire alla cattura si era tuffato dal balcone del terzo piano ed era sparito tra le siepi. La sua fuga è durata poco, 24 ore.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus in Italia, 49 morti e 264 nuovi casi, 165 in Lombardia. In 6 regioni nessun contagio

La comitiva di motociclisti si accorge che ne manca uno: rovinosa caduta, arriva l'eliambulanza

Si tratta di un trentenne ricercato da tempo, aveva potuto contare sempre sulla connivenza e la copertura di amici e sodali residenti in regione. I due connazionali che giovedì, durante l’inseguimento della polizia, lo avevano fatto rientrare in casa, nascondendolo, dopo averlo coperto per chissà quanto tempo prima, avevano aperto la porta agli agenti della Squadra mobile fuori tempo massimo, quando lui era già volato dal balcone.
 
I due connazionali sono stati denunciati per favoreggiamento e venerdì la Squadra mobile è tornata a cercarlo, poi di nuovo ieri mattina finché lo hanno scovato. Ora è nel carcere di Fermo, è un rapinatore seriale, a suo carico «numerosi reati contro il patrimonio commessi con violenza e con armi da taglio, anche nei nostri Comuni», scrive la Questura. Continuano serrati i controlli di polizia, carabinieri, guardia di finanza con l’unità cinofila. Presenti durante i blitz, con la Squadra mobile e la Volante della Questura la Squadra scientifica e il Reparto prevenzione crimine di Pescara. Blitz delle forze dell’ordine proseguono in particolare nel fine settimana. E non ci sono solo i posti di blocco di polizia e carabinieri a Tre Archi. Ieri è stato visto girare per il quartiere Vittorio Brumotti, il famoso inviato di Striscia la notizia, il campione di servizi d’inchiesta in bicicletta.
L’attenzione
Oramai anche i fari delle tv nazionali sono accesi. Come aveva promesso il prefetto di Fermo Vincenza Filippi in pieno lockdown i controlli per contrastare spaccio e occupazioni sono sempre più stringenti. Giovedì pomeriggio erano stati messi in sicurezza e chiusi definitivamente gli ingressi di due appartamenti che venivano solitamente occupati dagli abusivi e per un tunisino trentenne e un pakistano ventenne sono scattati i fogli di via.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento