Rave a Viterbo sgomberato: «Ora non c'è più nessuno». Oltre 2.000 ragazzi "irriducibili" del ballo identificati

Giovedì 19 Agosto 2021
Rave, arrivano le forze dell'ordine: si prepara lo sgombero

Via allo sgombero del rave party a Viterbo. Dall'alba di questa mattina una ventina di blindati, due squadre cinofile, alcune ambulanze e gli uomini della guardia di finanza e i carabinieri si sono schierate nell'area del rave party sul lago di Mezzano, nel Viterbese. Per poi avvicinarsi ed entrare nella zona del raduno, identificando le persone e spingendole a lasciare la zona. È arrivato quindi il cambio di rotta dopo il tentativo di mediazione: sul posto c'erano ancora circa 2-3mila persone che non volevano smettere di ballare. 

 

Il deflusso nella notte: «Area liberata»

Nell'ultima notte si è registrato un forte deflusso di partecipanti che hanno abbandonato l'area con auto o con i camper, non prima di essere identificati dalle forze dell'ordine presenti a tutti i posti di blocco, sia nel Viterbese che nella parte di Grosseto. «L'area è stata liberata. Non c'è più nessuno all'interno», ha detto il sindaco di Valentano Stefano Bigiotti, in merito alle operazioni nella zona interessata dal maxi rave nel Viterbese andato avanti per giorni. «Non posso che esprimere soddisfazione - sottolinea -. Il ministro Lamorgese, che ieri pomeriggio mi ha contattato personalmente, ha mantenuto l'impegno preso di liberare l'area entro oggi. Le operazioni si sono svolte nel massimo rispetto delle persone. Ora sono già al lavoro per rimuovere al più presto i rifiuti lasciati nel terreno». Sono state identificate da questa notte oltre 2.000 persone e più di 700 mezzi. 

La Polizia stradale ha messo in atto anche un controllo delle strade adiacenti al sito dell'evento per verificare la presenza di eventuali mezzi provenienti dal raduno. Ciò ha consentito di intervenire immediatamente in località Campi di Bisenzio sulle rive del lago di Bolsena dove si erano radunati un centinaio tra camper e autovetture con a bordo oltre 300 persone, che sono state allontanate.

«Ripristinata la legalità»

«Finalmente è stata ripristinato lo Stato di Diritto a Valentano - ha detto in una nota il sindaco Bigiotti -. Ringrazio tutte le Forze dell'Ordine per l'impegno costante profuso per tutta la durata del rave abusivo e in particolare per aver consentito di ripristinare la legalità nel nostro territorio, sgomberando l'area occupata già nelle prime ore dell'alba. Un lavoro difficile e delicato, coordinato con estrema dedizione e perizia dal Prefetto e dal Questore di Viterbo, che hanno posto particolare attenzione nel contenere il livello di rischio generato sul territorio del Comune di Valentano».

Video

 

Due partecipanti ricoverati

Due pazienti, giovani partecipanti al rave party di Valenzano (Viterbo), sono stati ricoverati in stato di agitazione negli ospedali di Pitigliano e di Grosseto. Il più grave è stato condotto in quello del capoluogo. Secondo quanto appreso da fonti sanitarie i medici stanno cercando di capire la causa clinica delle patologie, anche risalendo, se possibile, a definire l'eventuale ingestione di sostanze alteranti. I due pazienti sono sotto osservazione. A Pitigliano stamani è stata anche ricoverata una giovane per ubriachezza ma poi è stata dimessa in poche ore.

Ultimo aggiornamento: 15:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA