Violentata dal massaggiatore alla spa: l'incubo di una ragazza alla vacanza per i suoi 18 anni

L'uomo di 51 anni avrebbe abusato della giovane studentessa per un'ora che, in preda al panico, non ha avuto la forza di reagire

Venerdì 26 Novembre 2021
Violentata in hotel dal massaggiatore: l'incubo della ragazza durante la vacanza per i suoi 18 anni

Una ragazza di 18 anni è stata violentata dal massaggiatore in un hotel a Montegrotto. Quello che doveva essere un regalo per i suoi 18 anni, si è trasformato in un vero e proprio incubo per la ragazza. Un pacchetto di tre giorni in un hotel, con incluso il centro benessere e un massaggio su tutto il corpo. Questo il regalo pensato dalla madre per la figlia per il compimento della maggiore età: una vacanza all'insegna del relax fino al primo agosto, quando la 18enne sarebbe stata vittima di una violenza sessuale da parte del massaggiatore.

 

 

 

L'uomo, un padovano di 51 anni, avrebbe abusato della giovane studentessa per un'ora. A luglio, la ragazza, residente nel comune di Conegliano, ha compiuto 18 anni e sua madre le ha regalato un pacchetto di tre giorni all inclusive in un prestigioso hotel della zona. Il primo agosto la giovane studentessa ha voluto rilassarsi con un massaggio su tutto il corpo nel centro benessere. Si è presentata in accappatoio e slip, e ad attenderla c'era il massaggiatore della struttura alberghiera. La ragazzina si è distesa sul lettino per il trattamento. Ma dopo pochi minuti l'uomo avrebbe iniziato a toccarla nelle parti intime e a baciarla. La diciottenne, in preda al panico, non ha avuto la forza di reagire ed è stata in balia del massaggiatore per un'ora.

 

Tornate dalla mini vacanza, la mamma ha intuito che ci fosse qualcosa di strano nel comportamento della figlia. Le ha chiesto il motivo, ma la giovane non ha parlato. Il malessere è proseguito per mesi e la madre, molto preoccupata, ha continuato a chiedere il motivo. Poi a inizio ottobre, la figlia ha deciso di confidarsi con la madre, in preda alle emozioni e scoppiando in un pianto liberatorio. 

 

La mamma si è subito rivolta a un legale del foro di Treviso e ha presentato un esposto alla Procura di Padova. Così sono scattate le indagini coordinate dai carabinieri e la 18enne ha indicato il suo presunto violentatore grazie a un riconoscimento fotografico. Nei prossimi giorni gli uomini dell'Arma sentiranno il 51enne per avere la sua versione dei fatti. Il racconto della ragazza al momento sembra credibile agli occhi degli inquirenti. La studentessa ha ripercorso nei dettagli quella terribile giornata di agosto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA