Calcio, padre scende in campo e dà un pugno a un senegalese: aveva litigato con il figlio

Domenica 3 Novembre 2019
Calcio, padre scende in campo e dà un pugno a un senegalese: aveva litigato con il figlio

Violenza e razzismo nel corso di una partita di calcio giovanile a Milano sabato scorso. A denunciare l'accaduto è stata la squadra ospite, l'Us Melzo 1908, che sul campo del Cea Milano ha visto uno dei propri ragazzi aggredito dal padre di uno dei calciatori avversari. Il giovane, un 17enne di origine senegalese, è stato colpito con un pugno dal genitore dopo un diverbio in campo con il figlio.

LEGGI ANCHE: 
Balotelli, cori razzisti contro il giocatore del Brescia: partita sospesa per alcuni minuti

Fabriano, insulti razzisti dopo la manovra azzardata: «Tornatene al tuo paese»

Padre marocchino ritira il figlio dall'asilo: «Troppi bambini stranieri»

Il padre del giocatore del Cea Milano - riporta Il Giorno - aveva già passato gran parte della partita insultando il senegalese dell'Us Melzo 1908, rivolgendogli epiteti di stampo razzista come «scimmia» e «negro di m....». Al termine del match l'uomo ha perso del tutto le staffe, è entrato in campo e ha colpito il ragazzo con un pugno fra mandibola e orecchio. Per il giovane, portato al San Raffaele, una contusione al volto e una prognosi di 5 giorni. Sul posto è intervenuta la polizia, chiamata proprio dall'Us Melzo 1908, che ha poi provveduto a denunciare il genitore ai carabinieri di Gorgonzola. 

Ultimo aggiornamento: 17:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA