Pollice verde e mano lunga: giardiniere ruba 700 euro dalla credenza del suo datore di lavoro a San Ginesio. L'accusa è di furto aggravato

Pollice verde e mano lunga: giardiniere ruba 700 euro dalla credenza del suo datore di lavoro a San Ginesio. L'accusa è di furto aggravato
Pollice verde e mano lunga: giardiniere ruba 700 euro dalla credenza del suo datore di lavoro a San Ginesio. L'accusa è di furto aggravato
2 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Settembre 2022, 19:35

MACERATA - Oltre al pollice verde aveva anche la mano lunga. I carabinieri di San Ginesio hanno individuato il responsabile di un furto in abitazione: l’uomo, dopo aver effettuato dei lavori di giardinaggio unitamente al denunciante nei pressi di casa, approfittando della distrazione di quest’ultimo, sottraeva 700 euro in contanti custoditi in una credenza. Il cinquantenne dovrà rispondere all’autorità giudiziaria di furto aggravato.

Rubano profumi
 

I carabinieri di Porto Recanati hanno deferito all’autorità giudiziaria due cittadini tunisini, ritenuti responsabili del furto di prodotti per l’igiene e profumi ai danni di un esercizio commerciale, riconosciuti grazie all’esame delle immagini dell’impianto di videosorveglianza interna. Inoltre hanno rintracciato un 29enne campano nei cui confronti pendeva una misura di sicurezza emessa dal Tribunale di Lagonegro, in relazione alla sua pericolosità sociale, che è stato affidato ad idonea comunità terapeutica. Non è finita: i carabinieri di Civitanova marche hanno segnalato alla prefettura di Macerata un 25enne sorpreso in possesso di modica quantità di hashish.

Elevate 29 multe per violazione al codice della strada

Nell’ambito del controllo della circolazione stradale finalizzata alla prevenzione degli incidenti stradali ed alla repressione dei comportamenti pericolosi, sono state identificate 460 persone e controllati 292 veicoli: nella circostanza sono state elevate 29 contravvenzioni al codice della strada, per violazioni che vanno dal mancato uso delle cinture di sicurezza alla guida facendo uso di telefono cellulare, dalla mancata revisione del veicolo alla guida pericolosa; contestualmente sono stati ritirati 6 patenti di guida e sottoposti a sequestro 2 automezzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA