Covid e omicron, nuova vaccinazione per fragili e anziani. Ricciardi: «Non aspettare ottobre»

I nuovi vaccini rispondono bene ad Omicron 4 e 5

Covid e omicron, nuova vaccinazione per fragili e anziani. Ricciardi: «Non aspettare ottobre»
Covid e omicron, nuova vaccinazione per fragili e anziani. Ricciardi: «Non aspettare ottobre»
2 Minuti di Lettura
Sabato 25 Giugno 2022, 14:49 - Ultimo aggiornamento: 28 Giugno, 16:24

Covid e Omicron, nuova vaccinazione per gli ultraottantenni e i fragili, questa l'indicazione del professor Walter Ricciardi. Vaccino sì o vaccino no? «Bisognerà sicuramente rafforzare la protezione vaccinale anti Covid in autunno. Ma è importante far capire che la protezione vaccinale va rafforzata da subito per alcune categorie: non bisogna aspettare ottobre per gli ultraottantenni e i fragili». A dirlo all'Adnkronos Salute Walter Ricciardi, docente di Igiene all'università Cattolica e consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza.

Rafforzare la campagna vaccinale

«Anche il ministro - ha ricordato Ricciardi, riferendosi ad una lunga intervista rilasciata da Speranza - oggi ha sottolineato due cose importanti in tema di vaccinazioni. La prima è proprio che va immediatamente rafforzata la protezione vaccinale dei fragili. La seconda è che, concordemente con l'Europa, bisognerà fare una grande campagna di vaccinazione, auspicabilmente con i nuovi vaccini bivalenti, contro la variante originale e contro Omicron».

I primi risultati dei nuovi vaccini

I primi risultati su questi nuovi vaccini «ci stanno facendo vedere che sono protettivi anche nei confronti di Omicron 4 e omicron 5. Questo è molto confortante. Le aziende consegneranno i loro dossier, a partire da Moderna, entro la fine del mese alla Fda americana e poi vedremo. Ma sono fiducioso», conclude Ricciardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA