Carica la teleferica, s'impiglia:
precipita e muore davanti alla moglie

Domenica 10 Giugno 2018
Carica la teleferica, s'impiglia: precipita e muore davanti alla moglie

MOGGIO UDINESE  - Infortunio mortale sul lavoro nella frazione montana di Campiolo, nel comune di Moggio Udinese dove un uomo di 74 anni, Pietro Zilli, di Gemona, è morto dopo essere precipitato da una teleferica per il trasporto del legname.

L'uomo stava caricando sulla teleferica del materiale destinato alle baite alte sopra Moggio. Questo piccolo abitato, fatto di stavoli e baite private, si raggiunge solo a piedi, in un'ora di cammino. E per il trasporto di zaini e di materiali vari, viene usata la teleferica. 

Pietro Zilli, che era accompagnato dalla moglie, stava appunto sistemando il carico sulla teleferica, quando è rimasto impigliato con lo zaino al carrello, sospeso nel vuoto a trenta metri d'altezza. La teleferica parte, comandata dall'alto, e lui precipita: si schianta al suolo e muore sul colpo, davanti agli occhi della moglie, impotente e disperata di fronte alla tragedia che si compiva.

 E' successo poco prima delle 18 di oggi, domenica 10 giugno. Laa centrale Sores di Palmanova ha inviato sul luogo della tragedia l'elicottero, decollato dalla elibase di Campoformido, e una ambulanza. Il personale medico, però, non ha potuto far nulla per l'uomo, morto sul colpo per le gravissime ferite riportate dello schianto al suolo. Sono intervenuti sul posto anche i vigili del fuoco, i militari del Sagf della Guardia di finanza di Tolmezzo. A Campiolo pure il sindaco di Moggio Udinese.

Ultimo aggiornamento: 20:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA