Abramovich, congelati beni per 7 miliardi di dollari nel paradiso fiscale dell'isola di Jersey: è metà del suo patrimonio

Abramovich, congelati beni per 7 miliardi di dollari del paradiso fiscale dell'isola di Jersey: è metà del suo patrimonio
Abramovich, congelati beni per 7 miliardi di dollari del paradiso fiscale dell'isola di Jersey: è metà del suo patrimonio
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Aprile 2022, 17:47

Roman Abramovich messo alle strette anche dalle autorità dell'isola di Jersey, paradiso fiscale legato alla corona britannica nella Manica. All'oligarca russo è stato congelato l'equivalente di 5,4 miliardi di sterline di attivi (pari a circa 7 miliardi di dollari) ritenuti a lui riconducibili, equivalenti alla metà della ricchezza stimata pubblicamente dal miliardario russo. A riferirlo è l'agenzia Bloomberg. Abramovich, il cui patrimonio personale complessivo è stimato in quasi 14 miliardi di dollari, è stato sottoposto a sanzioni dal governo di Londra e dall'Ue (ma finora non dagli Usa) fra le ritorsioni occidentali decise in risposta all'invasione russa dell'Ucraina contro figure del business ritenute funzionali al potere di Vladimir Putin.

Abramovich, il patrimonio congelato

La polizia del paradiso fiscale della Manica ha fatto irruzione in locali «sospettati di essere collegati» ad Abramovich, mentre la corte reale locale ha imposto il congelamento dei beni. È l'ultimo segnale di un giro di vite sulla ricchezza offshore detenuta da miliardari russi sanzionati. 

Il magnate, proprietario del Chelsea, ha legami di lunga data con il Jersey. Il Camberley International Investments Ltd., che ha un indirizzo nella capitale dell'isola, St. Helier, è il fornitore di un prestito eccezionale di 1,4 miliardi di dollari concesso alla holding Chelsea. Come parte delle Isole del Canale, Jersey è una dipendenza della corona britannica autonoma a 14 miglia dalla Francia che fa affidamento sulla Gran Bretagna per la sua difesa. A parte le società di servizi finanziari e i turisti, l'isola è stata a lungo una calamita per i ricchi.

I rappresentanti del miliardario russo, che secondo il Bloomberg Billionaires Index ha un patrimonio netto di 13,9 miliardi di dollari, non hanno voluto commentare la notizia. La mossa arriva nel momento in cui le autorità delle Isole Cayman hanno annunciato separatamente di aver congelato circa 7,3 miliardi di dollari di attività legate a individui e società russe sanzionate dal Regno Unito 

© RIPRODUZIONE RISERVATA