Villa Rambelli apre le porte il 15 e 16 maggio per il weekend del Fai, con oltre 13mila preferenze è la più votata delle Marche

Giovedì 13 Maggio 2021 di Laura Ripani
La presentazione dell'evento

SAN BENEDETTO - Coraggio, orgoglio e generosità: le tre parole che il Fai indica come slogan delle Giornate di primavera (sabato e domenica prossimi) a San Benedetto hanno un valore davvero speciale perché celebrano Villa Rambelli, con annesso Parco Cerboni, il monumento più votato delle Marche tra i Luoghi del cuore nel sondaggio nazionale da poco concluso. 

LEGGI ANCHE:

Un insetto proveniente dall'Asia infetta di nuovo le palme sulla costa, scatta l'allarme

 


Ovvia la soddisfazione della capogruppo sambenedettese del Fai (Fondo per l’ambiente) Adele Gabrielli e del sindaco Pasqualino Piunti che hanno ringraziato i 13558 cittadini che hanno votato sulla piattaforma nazionale facendo piazzare il bene al 26° posto assoluto in Italia (8ª tra le ville storiche) e permettendo dunque di accendere i riflettori sulla storica dimora di proprietà del Comune. «Siamo stati i primi - ha puntualizzato Piunti - a valorizzare questo bene» lasciando poi intendere che sono in corso trattative per deciderne la destinazione e trovare i finanziamenti per la ristrutturazione. Ma al di là del progetto, questo weekend è davvero un’occasione unica per partecipare al primo evento pubblico post pandemia che, ovviamente, sarà realizzato con le norme anti Covid prima fra tutte la prenotazione obbligatoria sul sito www.giornatefai.it al prezzo simbolico di 3 euro.

«All’ingresso di ogni luogo - ha aggiunto Gabrielli - i volontari della Croce Rossa che collaborano con noi misureranno la temperatura ai visittatori e si accerteranno che sono state prese tutte le precauzioni». Precauzioni che varranno anche per i ragazzi dei licei scientifico e classico di san Benedetto, pedagogico di Ripatransone, per il Geometri di Grottammare e Ipsia di san Benedetto che, grazie all’intervento delle rispettive presidi e dei docenti di riferimento, potranno visitare le bellezze in vetrina. Non solo Villa Rambelli, infatti, ma anche la Sentina, grazie alla particolare cura dei gruppo giovani del Fai guidato da Ilario Di Luca, potrà accogliere i visitatori, un’altra eccellenza se si considera che anche questo luogo è entrato nella classifica nazionale. Ma, come ha fatto notare l’assessore alla cultura di San Benedetto Annalisa Ruggieri, la città ai suoi numerosi turisti non offre solo «mare e sole».


E così il sindaco di Offida, Luigi Massa e l’assessore alla cutura Cristina Capriotti hanno annunciato l’apertura dell’intero borgo storico: il Palazzo Comunale al Teatro il Serpente aureo, la Collegiata a Palazzo Mercolini e Cantina e ancora la cantina Ciu Ciu e il Museo Sergiacomi (questi ultimi due solo ai soci Fai) e le chiese di San Michele e Santa Maria della Rocca. «Siamo aperti al turismo di qualità» hanno detto rendendo poi noto che saranno aperti per l’occasione negozi e ristoranti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA