Ascoli, la Quintana riaccende i motori. Il sestiere di Sant'Emidio ha scelto il suo cavaliere

Domenica 13 Giugno 2021 di Cristiano Pietropaolo
Pierluigi Chicchini, al centro, sarà il cavaliere di Sant'Emidio alla Quintana

ASCOLI - Si riaffaccia lo spirito della Quintana dopo un 2020 che ha visto l’annullamento della tradizionale Giostra a causa della pandemia. Il primo Sestiere a presentarsi è Sant’Emidio. Nell’arme rossoverde si vuole tornare a vincere dopo 23 anni dalla conquista dell’ultimo Palio ad opera di Franco Melosso.

Comunanza, schianto tra auto e moto al bivio di Croce di Casale. Un ferito soccorso dall'eliambulanza

Alessandro Cavallo, lutto per il ballerino di Amici: morta la cognata Erica di 33 anni

 

Si punta sul folignate Pierluigi Chicchini mentre il secondo cavaliere è l’ascolano Matteo Peroni.


L’unità di intenti
Il nuovo cavaliere Pierluigi Chicchini spiega che «Per me è una Quintana diversa da quelle che ho fatto ed è necessario un buon allenamento ma ho già individuato dei buoni cavalli per partecipare. Sant’Emidio è un Sestiere che si è rivelato subito disponibile e mi ha subito lasciato lavorare». Poi spiega: «È nata subito una grande complicità che è alla base di un rapporto che può essere duraturo. Se si fanno gli step giusti, i risultati arriveranno ma deve esserci un unione di intenti e ho bisogno del sostegno». Il capo Sestiere Mariangela Gasparrini, ricorda che «Usciamo fuori da una stagione, quella del 2019 che è andata male. Abbiamo attraversato un anno di grandi difficoltà. Io sono a favore dello svolgimento della Quintana». Per poi proseguire: «Ascoli deve diventare Capitale della Cultura 2024 e noi siamo a disposizione. Assorbiamo tutto l’entusiasmo e la voglia di fare da questi ragazzi, da sempre vicini al Sestiere».


La dedica
«Oltre alla pandemia ci sono stati grandi mancanze. Ho perso 3 persone: un mio giovane collega, mia mamma e la mia migliore amica Adele Cappelli. Voglio dedicare la Quintana a lei ma anche il Consiglio degli Anziani spero che possa accogliere questa richiesta - spiega Gasparrini -. Senza una squadra non si va da nessuna parte e questo vale per tutti; gli individualismi non portano da nessuna parte e il mio impegno è solo quello della Giostra. Intanto abbiamo offerto spazi ai ristoratori che hanno aderito alle serate per l’estate». 


L’aggregazione
«Sappiamo quanto sono importanti i Sestieri, che sono un centro di aggregazione importante per la città» ha aggiunto il Console Vittorio Crescenzi che ha poi concluso: «Per fortuna siamo ad un buon livello di persone vaccinate e probabilmente nell’edizione di agosto ci potrebbe essere la sfilata. Abbiamo cambiato pagina e trovato in Pierluigi Chicchini un grande impegno e attaccamento ai colori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA