Notti di fuoco e abuso di alcol
Quattordicenne in coma etilico

Sabato 17 Agosto 2019
SAN BENEDETTO - C’è una ragazzina di quattordici anni tra le persone soccorse, a San Benedetto, durante la notte di Ferragosto. La giovane, residente nel vicino Abruzzo, è infatti stata portata in ospedale dopo aver ingurgitato troppo alcol che l’ha portata a perdere conoscenza e l’ha spinta fino al coma etilico. 

 

La ragazzina è stata trasportata in ospedale dove le è stata somministrata la terapia necessaria a farla riprendere e ad alleviare gli effetti dell’abuso di alcol. A soccorrere la ragazza sono stati gli operatori arrivati a bordo dell’ambulanza della Misericordia di Grottammare di stanza al presidio del centro agroalimentare. Lo stesso equipaggio, poco prima, era intervenuto per prestare soccorso a due ragazzi che si trovavano nelle stesse condizioni della quattordicenne anche se la situazione era meno pesante per entrambi. A sentirsi male è stata anche una diciassettenne “raccolta” sul lungomare da un altro mezzo di emergenza del 118. 

Ma il bilancio degli interventi per le persone che avevano bevuto troppo si è esteso sia alle ore antecedenti che a quelle successive al Ferragosto. Ieri mattina un giovane è stato soccorso da un operatore del 118 di passaggio dopo essere letteralmente stramazzato a terra all’altezza dell’imbocco del molo Sud, tra il porto e il lungomare. 

Mercoledì, poco prima delle 6 invece, per un altro giovane, evidentemente troppo su di giri a causa delle sostanze assunte. è stato necessario, oltre che quello dell’ambulanza, anche l’intervento di polizia e carabinieri. Pagherà carissima la bevuta di troppo invece un ragazzo che è stato denunciato penalmente per aver insultato gli agenti della polizia locale. I vigili lo stavano identificando in seguito ad atteggiamenti di chiara ubriachezza molesta quando lui ha iniziato a prenderli a male parole. Termini estremamente pesanti tanto da spingere gli agenti a formalizzare una denuncia di carattere penale. 

I ladri, nelle ore che hanno accompagnato il periodo ferragostano, hanno colpito in due occasioni. La prima in una abitazione di via dei Mille da dove hanno prelevato le chiavi e fatto sparire una Bmw che era parcheggiata all’esterno. Il secondo colpo è invece avvenuto a Grottammare, lungo la strada Cuprense. Sono penetrati in un’abitazione in quel momento deserta, forzando il portone con un piede di porco e sono riusciti a prendere circa 3mila euro. 
 
Gli effetti collaterali della notte affollata si chiamano multe. Settante, in tutto, per i parcheggi selvaggi tra centro e lungomare. Auto lasciate nei modi più improbabili. Alcuni addirittura sulla pista ciclabile del lungomare, altri nel bel mezzo dell’isola pedonale di viale Buozzi dove l’accesso a veicoli a motore non autorizzati è tassativamente vietato. Ultimo aggiornamento: 12:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA