Monteprandone, Smart Piceno promuove
la Macro Regione Adriatico Ionica

Martedì 8 Dicembre 2015
Monteprandone, Smart Piceno promuove la Macro Regione Adriatico Ionica

MONTEPRANDONE - Oltre 300 persone hanno seguito il convegno “Fondi europei 2014-2020 e Macroregione Adriatico-Ionica”. L’incontro è stato organizzato dall’associazione Smart Piceno in collaborazione con il Comune. La Macroregione vede il coinvolgimento di regioni e nazioni diverse con l’obiettivo di uno sviluppo equilibrato e sostenibile di una specifica area geografica, che copre otto paesi: Italia, Slovenia, Croazia, Grecia, Bosnia Herzegovina, Serbia, Montenegro ed Albania.
Dopo l’introduzione del presidente di Smart Piceno Pietro Colonnella, è intervenuto il sindaco Stefano Stracci il quale ha ricordato la figura di San Giacomo come precursore dei rapporti di amicizia tra le due sponde dell’Adriatico. Presente all’incontro anche Mauro Terzoni, responsabile della gestione dei fondi europei presso la Regione, il sindaco di Monsampolo Pierluigi Caioni e il consigliere regionale Fabio Urbinati. Durante il convegno è emerso che circa 1 miliardo e 200 milioni di fondi europei, per gli anni 2014-2020, sono a disposizione della Regione Marche. Inoltre, sarebbero disponibili altri 300 milioni di fondi aggiuntivi diretti stanziati a seconda delle capacità progettuali del territorio. E qui subentra l’importanza della Macroregione che serve a implementare e ottimizzare i fondi europei consentendo di battere la concorrenza e vincere i bandi europei. Apprezzata la presenza dell’ambasciatore Fabio Pigliapoco, segretario generale dell’iniziativa Adriatico Ionica, già ambasciatore d’Italia in Croazia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA