Ascoli, tegola alla vigilia della riapertura delle scuole: positivo un dipendente Start, tampone per alcuni autisti

Ascoli, tegola alla vigilia della riapertura delle scuole: positivo un dipendente Start, tampone per alcuni autisti
Ascoli, tegola alla vigilia della riapertura delle scuole: positivo un dipendente Start, tampone per alcuni autisti
di Mario Paci
3 Minuti di Lettura
Sabato 5 Settembre 2020, 03:05 - Ultimo aggiornamento: 6 Settembre, 11:43

ASCOLI - Un dipendente della Start, l’azienda unica di trasporti, è rimasto contagiato dal Covid-19 a seguito di un contatto avuto con una persona rimasta infettata durante un soggiorno in Sardegna. Appresa la brutta notizia sono subito scattate le misure di sicurezza all’interno della Start. Tutti i dipendenti che hanno avuto contatti con il soggetto risultato positivo al Covid della palazzina degli uffici sono stati sottoposti al tampone e collocati in isolamento domiciliare. 

A cominciare dal presidente della Start, Enrico Diomedi. Nelle prossime ore, probabilmente, anche alcuni autisti si sottoporranno al test. Una tegola caduta proprio nel momento nevralgico dell’attività dell’azienda impegnata strenuamente nell’organizzazione del trasporto scolastico in previsione della ripresa delle lezioni il 14 settembre.

LEGGI ANCHE: Covid, Lancet: «Vaccino russo Sputnik produce anticorpi». Oms: «Vaccinazione di massa non prima di metà 2021»
 
E pensare che il dipendente in questione, appena saputo di essere venuto a contatto con la persona contagiata, si era sottoposto al tampone, con grande senso di responsabilità. Tampone che aveva dato inizialmente un esito negativo. Purtroppo però, dopo la telefonata degli ispettori dell’Asur che lo avvisavano ufficialmente che faceva parte della catena dei contatti, ne ha eseguito un altro che ionvece ha dato un esito positivo.
Gabrielli migliora 

Intanto migliorano le condizioni dell’imprenditore Giancarlo Gabrielli, fondatore assieme ai fratelli Michele e Luciano dell’omonimo impero commerciale che dà lavoro a 1700 persone. «Sto bene e proseguo il periodo di quarantena previsto dai protocolli del Covid-19, ma vorrei sentitamente ringraziare tutti i collaboratori del Gruppo -afferma - gli amici e ovviamente i parenti che in questi giorni non mi hanno fatto mai mancare segnali di affetto e di vicinanza». Questa la dichiarazione rilasciata dall’imprenditore Giancarlo Gabrielli del Gruppo Gabrielli, il quale sta affrontando il periodo di quarantena nella sua abitazione di Grottammare insieme alla moglie e alla figlia. «Attualmente le nostre condizioni di salute sono buone – ha aggiunto Giancarlo Gabrielli – e presto confido di tornare alla mia vita normale». Il contagio è avvenuto probabilmente a seguito di un contatto con una persona di ritorno dalla Sardegna. Esattamente come nel caso del dipendente della Start. Per fortuna, nella giornata di ieri non si registrano ulteriori contagi mentre il giovane che ha contratto per primo il virus dal ritorno dalla vacanza a Corfù ha terminato il periodo di isolamento domiciliare.
I test sierologici
Oggi intanto si concludono i test sierologici per i docenti e il personale Ata (amministrativi, tecnici e ausiliari). «In quattro giorni sono stati eseguiti 1433 prelievi su una richiesta di 1.460 - snocciola i numeri con soddisfazione la direttrice del distretto sanitario di Ascoli, la dottoressa Picciotti - È stato un bello esempio di collaborazione fra il mondo della scuola e l’Area vasta». Per fortuna, nessun insegnante o collaboratore scolastico, nonostante una ventina di casi di positività al test sierologico, è poi risultato anche al tampone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA