Calano i contagi ma non la soglia d'attenzione, la prefetto: «Mi raccomando mascherine e distanziamenti»

Ascoli, calano i contagi ma non la soglia d'attenzione, la prefetto: «Mi raccomando mascherine e distanziamenti»
Ascoli, calano i contagi ma non la soglia d'attenzione, la prefetto: «Mi raccomando mascherine e distanziamenti»
di Luca Marcolini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Dicembre 2020, 02:45

ASCOLI - Sotto le cento torri ci si prepara all’ingresso, da domani, nella zona rossa natalizia. Stavolta non sarà, infatti, il rosso tradizionale degli addobbi per le festività il vero protagonista, bensì la disposizione governativa che stringe la cinghia riguardo libertà di spostamenti e apertura delle attività.

E, su questo fronte, il Piceno, che proprio in questi giorni torna a rialzare la bandierina di provincia marchigiana con meno contagi, si prepara ad affrontare le feste in arrivo con comportamento (e spirito) diverso e con maggiori controlli sul territorio per scongiurare assembramenti e una nuova impennata di casi positivi. 

 

L’appello

In questa direzione, mentre proprio oggi il comitato per la sicurezza pubblica tornerà a riunirsi, il prefetto Rita Stentella e il sindaco Marco Fioravanti lanciano un appello di responsabilità a tutti i cittadini. «Confido molto nel senso di responsabilità dei cittadini della provincia – sottolinea il prefetto Stentella – e auspico che queste feste, grazie al senso civico delle persone, possano trascorrere serenamente, senza problemi. Mi auguro che ognuno starà con i propri cari, ma senza creare tavole troppo affollate, come è stato raccomandato dal Governo. Del resto, basterà seguire le solite tre raccomandazioni: mascherine, distanziamento ed evitare assembramenti. Dal 24 (domani, ndr) scatterà la “zona rossa” con le restrizioni previste e colgo l’occasione per ringraziare tutti i cittadini per la collaborazione dimostrata finora che sta portando risultati importanti sul fronte del contenimento del virus. Questo significa che le persone si sono comportate bene, ma non vuol dire assolutamente che dobbiamo abbassare la guardia nei prossimi giorni».

La stretta 

Con la zona rossa arriveranno, inevitabilmente, anche controlli più stringenti. «Domani (oggi, ndr) – conferma il prefetto Stentella - riunirò il comitato per la sicurezza pubblica con i sindaci e con l’autorità sanitaria per esaminare la situazione e monitorare anche l’andamento del virus. Metteremo a punto tutte le misure per i prossimi giorni, con le forze dell’ordine, a presidio del territorio per far sì che si possa trascorrere un Natale sereno. Si sta facendo tutto il possibile, ma questa è una pandemia che possiamo arginare solo con la collaborazione di tutti. E tra l’altro, al primo posto c’è la salute, ma nel frattempo dobbiamo coniugare anche il discorso della tenuta economica e per questo abbiamo avuto un incontro anche con i sindacati. In ogni caso, l’obiettivo è tornare a vivere prima possibile in una situazione di normalità». 

Gli obiettivi

«Intensificheremo i controlli – evidenzia il sindaco Fioravanti - per l’ingresso in questa zona rossa per il periodo natalizio. Pur non condividendo la scelta del Governo, bisogna comportarsi bene e rispettare le regole, considerando che l’obiettivo è evitare che aumenti il contagio. Chiedo ai cittadini di comportarsi con responsabilità. Ovviamente siamo il territorio che ha meno contagi e vogliamo mantenere questo risultato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA