Spunta un terzo palazzetto per lo sport e le emergenze: ecco dove è stata individuata l'area

Venerdì 27 Maggio 2022 di Luca Marcolini
Spunta un terzo palazzetto per lo sport e le emergenze: ecco dove è stata individuata l'area

ASCOLI  - Un nuovo palazzetto dello sport per la città, in via De Dominicis, e il rifacimento completo delle piste per l’atletica leggera al campo scuola: sono questi i due percorsi avviati dall’Arengo, su input del sindaco Marco Fioravanti e dell’assessore allo sport Nico Stallone, per andare a implementare in maniera importante l’impiantistica.

 

Due impianti che, uno nuovo e l’altro da riqualificare, per i quali l’amministrazione comunale ha deciso le proprie carte partecipando al bando “Sport e inclusione” che potrebbe aprire le porte ai fondi del Pnrr, per un totale di 1,5 milioni di euro. È stato stimato in 900mila euro, infatti, nella proposta inviata dagli uffici comunali, l’investimento per realizzare un terzo palazzetto sportivo, ad affiancare quelli di Monticelli e Monterocco, localizzandolo nella zona della Cittadella dello sport al posto di due edifici danneggiati dal sisma, mentre è stato individuato in 600mila euro quello necessario per riqualificare tutte le piste all’interno del Campo Scuola.

Nel frattempo, l’Arengo sta studiando una ulteriore proposta progettuale, per la realizzazione di un’altra nuova struttura sportiva in fase di definizione, attraverso l’ulteriore bando denominato “Sport e periferie”. Nel frattempo, per quanto riguarda il nuovo campo di Monticelli, è già stata impegnata la spesa per il collaudo del manto in erba artificiale – necessario per l’omologazione - da parte della Lega nazionale dilettanti, con la struttura che dovrebbe essere completata, secondo le previsioni dell’ente, intorno alla metà di giugno. 


L’Arengo incrocia le dita, dopo avere predisposto e presentato una duplice proposta per altrettanti interventi finanziabili attraverso il bando “Sport e inclusione”. Il primo progetto, come confermato dall’assessore Stallone, riguarda «la realizzazione di un nuovo palazzetto nella zona della cittadella dello sport, in via De Domincis, andando a demolire due edifici esistenti danneggiati dal sisma. Si tratterebbe, in caso di esito positivo sul fronte del finanziamento, di una nuova importante struttura tipo quelle di Monticelli e Monterocco che potenzierebbe l’offerta sportiva cittadina e garantirebbe un utilizzo anche in caso di emergenze». Una nuova struttura, dunque, da realizzare al posto di due immobili esistenti lesionati e che potrebbe essere utilizzata non solo per le esigenze sportive ma a anche, in caso di necessità, in altro modo, come avvenuto ad esempio di recente col palazzetto di Monticelli per le vaccinazioni Covid.

Il nuovo palazzetto, secondo gli indirizzi definiti, sarebbe utilizzato poi per ginnastica e pallavolo. Il secondo progetto inviato, sempre per intercettare i finanziamenti del bando “Sport e inclusione”, riguarda invece «il rifacimento totale, dopo 40 anni - spiega Stallone - della pista di atletica leggera al campo scuola, che aveva finora ricevuto solo interventi di “topping”, e anche per il completamento del “pistino”. Interventi che permetterebbero anche di tornare ad accogliere gare di rilievo». 


Nel frattempo, l’assessore Stallone ha incontrato le società sportive cittadine, con un’adesione di una cinquantina di rappresentanti, per fare il punto della situazione coinvolgendo i diretti interessati. E ora, a seguire, l’assessorato allo sport sta inviando una lettera a tutte le associazioni e società per un confronto costruttivo e per definire anche linee di indirizzo tra le quali, ad esempio, la volontà di rendere obbligatori i corsi di primo soccorso per tutti gli istruttori, quindi per innalzare il livello di sicurezza per chi fa sport, ma anche la costituzione dell’albo delle società sportive, l’utilizzo degli spazi aperti, la conferma del ritorno di Ascolimpiadi a settembre e altro ancora. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA