Ragazzi ubriachi e vandali in spiaggia, altro sabato notte rovente a Senigallia

Lunedì 1 Giugno 2020
Ombrelloni divelti e lettini spostati sulla spiaggia a Senigallia
SENIGALLIA - Due ragazzi al limite del coma etilico soccorsi durante la notte brava di Senigallia, che ha visto di nuovo i vandali entrare in azione. Ombrelloni e lettini divelti sul lungomare Alighieri e Marconi. Teppisti ancora una volta in azione al porto, dove hanno sparpagliato gli avanzi della cena. Tante anche le segnalazioni per gli assembramenti. I due soccorsi, i primi della stagione, sono avvenuti sul lungomare e in centro storico. Quest’ultimo in via Manni davanti al Foro Annonario, dove insieme al 118 sono intervenuti anche i carabinieri, chiamati anche per un altro giovane che aveva bevuto troppo e stava male in via Pizzetti. Al loro arrivo però non c’era più.

LEGGI ANCHE: L'ultimo saluto al cimitero per l'allenatore di calcio. «Ciao Daniele, ora giocherai in paradiso»

Proprio i militari in via Spontini, parallela del lungomare Alighieri, hanno sorpreso un 20enne senigalliese, già noto, che parlava con un amico impugnando una pistola ad aria compressa. L’arma è stata sequestrata e lui, dopo essere stato condotto in caserma per gli accertamenti del caso, è stato denunciato per il porto abusivo della pistola. Un’altra denuncia è scattata poche ore dopo. Alle 4.30 in centro storico i carabinieri hanno fermato un 36enne di Ancona alla guida di una Mercedes C220. Aveva un tasso di 1,10 grammi per litro nel sangue ed è stato quindi denunciato. Ritirata la patente. Dopo il secondo weekend rovinato dai vandali, resta la rabbia degli operatori per i giovani teppisti che si ubriacano e danneggiano le strutture.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA