L'ultimo saluto al cimitero per l'allenatore di calcio. «Ciao Daniele, ora giocherai in paradiso»

Domenica 31 Maggio 2020
Daniele Polselli, immagine tratta da Facebook

PIOBBICO - E’ enorme il dolore e lo sconforto a Serra Sant’Abbondio e Frontone per la prematura scomparsa di Daniele Polselli. Il 45enne, ex calciatore, ora allenatore, venerdì notte è rimasto vittima di un incidente a Colombara, a due passi da casa. Stava rientrando, intorno alle 2, quando all’improvviso ha perso il controllo della sua auto, una Seicento. Lo schianto ha sbalzato fuori Polselli dall’abitacolo: un volo di cinque metri fino alla stradina sottostante che porta ad una abitazione. È stato ritrovato solamente qualche ora dopo, intorno alle 5, da un ragazzo che abita nelle vicinanze del luogo del sinistro. I soccorritori non hanno potuto fare niente.

LEGGI ANCHE: Tragedia all'alba: l'ex giocatore e ora allenatore Daniele "Polso" Polselli muore a 45 anni nell'incidente

C’è chi gli ha voluto dedicare una canzone, “La leva calcistica del ‘68” di Francesco De Gregori, e chi rimarcando la grande passione di Polselli, ha scritto: «Ora andrai a giocare sui prati del Paradiso!». Questo lunedì, alle 15.30, l’ultimo saluto al cimitero di Piobbico per volere del figlio.

Ultimo aggiornamento: 19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA