Conto alla rovescia: dal 29 maggio l’ospedale non avrà più pazienti Covid

Conto alla rovescia: dal 29 maggio l ospedale di Senigallia non avrà più pazienti Covid
Conto alla rovescia: dal 29 maggio l’ospedale di Senigallia non avrà più pazienti Covid
2 Minuti di Lettura
Venerdì 21 Maggio 2021, 06:55

SENIGALLIA  - Dal 29 maggio l’ospedale Principe di Piemonte sarà Covid free. Un passaggio indispensabile per attivare la modalità estiva e prepararsi alla mole di lavoro che, con l’arrivo di turisti, ci sarà per l’ospedale, in particolar modo per il Pronto soccorso. L’organizzazione del lavoro non è stata ancora definita. Si va per obiettivi e il prossimo è sanificare tutte le aree finora occupate dai positivi. 

LEGGI ANCHE:

Chirurgia, Ortopedia e Gastroenterologia, fatta la scelta dei primari: tre nomi per il rilancio


Nell’eventualità in cui dovessero emergerne altri, tra quanti si recano al pronto soccorso sarà utilizzata l’area filtro per poi procedere, se necessitano di ricovero, verso Torrette, Fermo e Marche Nord che dovrebbero rimanere gli ospedali Covid di riferimento. Dovrebbero perché ancora non c’è stata l’ufficialità. L’ospedale di Senigallia, che ha chiuso anche il terzo ed ultimo reparto Covid rimasto attivo, dal 29 non ricovererà positivi. Non verranno più tenuti come accade ora al Pronto soccorso, l’unico rimasto con un’area dedicata, ma dovranno essere trasferiti verso strutture Covid. Nel frattempo verranno riattivate da metà giugno le guardie mediche sul lungomare, una a ponente l’altra a levante. Potranno occuparsi di ferite lievi o problematiche da codice bianco, assistendoli sul posto, invece di andare ad ingolfare il Pronto soccorso.

E’ stata inoltre confermata la dialisi estiva per l’ospedale di Senigallia dove i turisti che hanno la necessità di effettuarla potranno recarsi, trascorrendo le vacanze al mare senza problemi. Nei prossimi giorni sono attesi anche gli aggiornamenti sulla gestione del personale. Solitamente per l’estate viene concesso un rinforzo per far fronte alla mole di lavoro. Non è mai sufficiente e ciò rende necessario ogni estate accorpare dei reparti per reperire quello che manca. Ancora però su questo versante non è stato deciso nulla perché prima la direzione ospedaliera vuole verificare i numeri che avrà a disposizione, ancora non noti, per poi intervenire se necessario con altri aggiustamenti e migliorie. Le grandi manovre in vista dell’estate sono quindi iniziative partendo dall’ospedale Covid free. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA