Alluvione, sciacalli senza pietà rubano pure una collezione di trenini. Si sono finti dipendenti del Comune

Alluvione, sciacalli senza pietà rubano pure una collezione di trenini. Si sono finti dipendenti del Comune
Alluvione, sciacalli senza pietà rubano pure una collezione di trenini. Si sono finti dipendenti del Comune
di Sabrina Marinelli
3 Minuti di Lettura
Sabato 1 Ottobre 2022, 02:50 - Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre, 08:21

SENIGALLIA - Si fingono dipendenti del Comune, mandati a fare un sopralluogo, ma era solo una scusa per rubare una collezione di treni in miniatura del valore di diverse migliaia di euro. E’ accaduto ad un alluvionato. Ha creduto davvero che i due impostori, che si è trovato alla porta, fossero stati mandati dall’ente per una verifica dei danni. Li ha lasciati controllare mostrando le zone più critiche.  A distanza di parecchie ore si è accorto che la collezione di treni, a marchio Lima e Rivarossi, che aveva ben riposto per evitare che si sporcassero, era sparita. A quel punto non gli è rimasto altro da fare che recarsi dai carabinieri per sporgere denuncia.

I militari hanno verificato con il Comune se effettivamente vi fossero dipendenti inviati nelle case. Non l’aveva fatto e, a quel punto, l’ente ha diramato una comunicazione sulla propria pagina Facebook per mettere in guardia altri alluvionati. La vittima è certa che siano stati i due finti dipendenti perché altri estranei non erano entrati. E’ probabile che uno di loro abbia approfittato dei momenti in cui l’altro teneva il proprietario occupato, per nascondersi addosso e poi portare fuori casa circa cinquanta pezzi.

Episodi di sciacallaggio si sono verificati fin da subito sia in città che nella vallata. Sono sparite automobili, biciclette, mobili, giocattoli, quadri e anche pale, guanti e attrezzi vari necessari per pulire. Chi ha il giardino ha messo ciò che andava recuperato ad asciugare nella sua proprietà, all’aperto, ma chi vive in condominio ha utilizzato la pubblica via dove si è visto rubare di tutto, anche una trapunta oppure vestiti e scarpe ancora infangati. Nella maggior parte dei casi beni non denunciati perché di scarso valore economico. I controlli sono stati intensificati. C’è anche chi ha segnalato finti volontari di altre associazioni o gente arrivata a spalare che si è poi ritrovata intrufolata in altre stanze senza alcun motivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA