Rosanna Vaudetti in ospedale, il racconto dopo il malore in acqua: «Ho raggiunto la riva annaspando, non sapevo cosa mi stava accadendo»

Rosanna Vaudetti in ospedale, il racconto dopo il malore in acqua: «Ho raggiunto la riva annaspando, non sapevo cosa mi stava accadendo»
Rosanna Vaudetti in ospedale, il racconto dopo il malore in acqua: «Ho raggiunto la riva annaspando, non sapevo cosa mi stava accadendo»
di Roberto Senigalliesi
4 Minuti di Lettura
Sabato 25 Giugno 2022, 02:55

ANCONA -  «Ringrazio la Madonna del Duomo. E tutti gli anconetani che mi hanno esternato il loro affetto. Ringrazio soprattutto tutta l’equipe del professor Dello Russo che mi ha rimessa a nuovo. Veramente splendidi». Dal suo letto d’ospedale della Clinica di Cardiologia di Torrette non perde il suo proverbiale buonumore e la sua squisita disponibilità, Rosanna Vaudetti, ex annunciatrice e conduttrice televisiva che mercoledì mattina ha rischiato di annegare in spiaggia da Giacchetti, a Portonovo.

 
Solito tono cordiale ed amichevole, quello con cui per tanti anni si è presentata nelle case degli italiani, da “signorina buonasera”. Allegra e piena di positività, nonostante sia in ospedale. «Confesso che ho avuto paura – ammette – perché ad un certo punto ho avvertito una bruttissima sensazione, quando mi sono ripresa dal malore in acqua ma non riuscivo a capire dove mi trovassi e cosa stessi facendo. E soprattutto con tutta quell’acqua che mi opprimeva. Fortunatamente – prosegue - lo spirito di sopravvivenza è prevalso e annaspando sono riuscita raggiungere la riva da sola. Poi un paio di ragazzi mi hanno aiutata e sono arrivati i bagnini ed altri bagnanti, mi hanno messo su un lettino». 
Le emozioni
Ripensa a quegli attimi concitati, al pericolo corso. «Non ho avuto tempo per pensare – racconta la Vaudetti -. Tutto è successo in pochissimo tempo. Ho bevuto tanta acqua. Solo l’insistenza di chi era vicino ha fatto in modo di chiamare il soccorso ed ho accettato il consiglio. Anche il giorno prima avevo fatto il bagno ma mercoledì forse sono stata un po’ spavalda. Ma il mare era bellissimo e la giornata invitante. All’ospedale ho scoperto l’eccellenza della sanità marchigiana, e da una possibile disgrazia ho conosciuto il lato positivo della medaglia. Dal Pronto soccorso alla Clinica di Cardiologia sono stati tutti eccezionali, con una professionalità ed umanità unica e mi sono subito sentita in buone mani». L’episodio capitato a Rosanna Vaudetti ha avuto molto eco in città con tantissime persone che hanno chiesto informazioni sul suo stato di salute ed a Portonovo dove, oltre che del possibile arrivo di Vasco Rossi, non si parla d’altro. «Come sta Rosanna?», chiedeva ieri mattina Bernarda, la titolare del negozio Vita d’Amare. «Pensate che mercoledì prima di andare in spiaggia si era fermata ad acquistare una cuffia per i capelli ed un regalo per la nipote in Germania. Speriamo di rivederla presto ed in forma». Rosanna certamente ritornerà a Portonovo. «Adesso devo riprendermi e riposarmi. Spero di uscire presto- confida- e tornerò a Roma ma state tranquilli che verrò presto ad Ancona e nella baia, non vi siete certo liberati di me», scherza di gusto.
Il ringraziamento
La Vaudetti è ad Ancona da qualche giorno, per un evento dell’Ail. Rosanna ringrazia per l’affetto. «La sindaca Mancinelli mi ha mandato un affettuoso saluto, così come la mia collega Maria Giovanna Elmi. Ringrazio i miei figli, Federico e Leonardo, mia nipote Michelle, che presiede l’Associazione Alice che si occupa dei malati da ictus ed infarto. Ma soprattutto la gente che, l’ho percepito, mi è stata vicina e mi ha dato energia». Infine la chiusura. «Diciamo che ho fatto un pit stop, un bel tagliando, e sono pronta a ripartire». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA