Jesi, scoppia un incendio nell'alloggio
popolare: c'è l'ombra dell'innesco doloso

Lunedì 24 Giugno 2019
JESI - Un incendio si è sviluppato ieri verso le 11,50 alla porta d’ingresso di un appartamento al terzo piano di una palazzina di edilizia popolare Erap al civico 42 di via Saveri, quartiere ex Smia.  E’ stata una residente ad accorgersi per prima che qualcosa stava accadendo. Ha sentito un acre odore di fumo, come qualcosa che stava bruciando, provenire dalle scale poi il suo cane che non la smetteva più di abbaiare.

E’ andata a controllare sulle scale, ha visto il fumo e spaventata ha lanciato l’allarme al 113. Grazie alla sua prontezza di riflessi, sono quindi scattati immediatamente i soccorsi con l’intervento sia dei Vigili del fuoco - una squadra dal distaccamento di Jesi con l’autopompa - sia dei poliziotti del Commissariato, per indagare le cause del rogo. Intanto, il titolare dell’appartamento era stato avvisato dell’incendio: si trovava in cortile, stava armeggiando nel garage e ovviamente non s’era accorto di nulla.  Sembra che non siano stati rinvenuti flaconi di liquido infiammabile o accendini, ma che si tratti di un incendio doloso è l’ipotesi al momento più accreditata e credibile: le fiamme si sono sviluppate proprio dalla porta. Ora saranno gli agenti del Commissariato, intervenuti per i rilievi del caso, a indagare sulle cause e sui responsabili. © RIPRODUZIONE RISERVATA