Ciao Lauretta, Falconara piange la maestra dal cuore d’oro. Il ricordo del sindaco: «Una persona speciale»

Lauretta Gradara aveva 62 anni
Lauretta Gradara aveva 62 anni
di Gianluca Fenucci
2 Minuti di Lettura
Venerdì 6 Agosto 2021, 02:20

FALCONARA - Addio Lauretta Gradara, se ne è andata a 62 anni la maestra molto ben voluta a Falconara. Ieri alla cerimonia funebre nella chiesa di Sant’Antonio di Falconara tanta gente le ha voluto rendere omaggio. È stata una maestra molto amata e ha deciso di lasciare la scuola solo perché si era aggravata la malattia di cui soffriva.

«Era una persona speciale – così il sindaco Stefania Signorini –, piena di sensibilità e di attenzioni per tutti. Era stata attività e militante di Comunione e Liberazione e aveva partecipato a numerosi Meeting a Rimini. Scriveva poesie e trasmetteva agli altri la sua straordinaria sensibilità e profondità d’animo. Era un esempio di autentica fede. Per tutta la comunità falconarese la sua scomparsa è un grande dolore: era un’amica che ha lasciato un segno profondo con la sua vita di testimonianza e amore. Le persone che l’hanno incontrata sono state fortunate». Lauretta Gradara lascia la figlia Irene, la sorella Daniela, i fratelli Sergio e Massimo, le cognate Franca e Luciana, il cognato Stefano, i nipoti e gli amici. Molti fuori dalla chiesa di S. Antonio ricordavano il suo impegno nell’Avsi, organizzazione non profit nata nel 1972, che realizza progetti di cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario in 38 Paesi, inclusa l’Italia. Lauretta Gradara era molto attenta in particolare al sostegno a distanza per i bambini bisognosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA