Pregiudicati e latitanti non registrati, norme anti Covid ignorate: il questore chiude l'albergo

Giovedì 23 Dicembre 2021
Pregiudicati e latitanti non registrati, norme anti Covid ignorate: il questore chiude l'albergo

FALCONARA - Latitanti e pregiudicati ospiti, a volte anche non registrati, episodi di maltrattamenti e di prostituzione, norme Covid ignorate e ospiti senza Green Pass: chiuso l'albergo Trento Trieste a Falconara. Su proposta della Tenenza dei Carabinieri di Falconara, il Questore di Ancona ha emesso in data odierna un provvedimento ex art. 100 TULPS di chiusura di un albergo di Falconara, il cui titolare si è reso protagonista di gravi violazioni del Tulps e ha permesso la permanenza di soggetti con gravi pregiudizi di Polizia, alcuni gravati dalla misura di sicurezza dell’espulsione dal Territorio Nazionale, che hanno realizzato gravi condotte illecite.

 

In particolare, nel corso di un controllo effettuato la sera del 15/12/2021, il personale della Tenenza dei Carabinieri, unitamente quello del Comando di Polizia Locale di Falconara, identificava all’interno dell’ albergo soggetti pregiudicati per sfruttamento della prostituzione, gioco d’azzardo, estorsione, lesioni personali, furto, ingiuria. Un soggetto era stato anche condannato 13 anni e mesi 4 di reclusione per spaccio di sostanze stupefacenti ed evasione dagli arresti domiciliari. Lo stesso, cittadino extracomunitario irregolare sul territorio nazionale perché sprovvisto del necessario titolo di soggiorno, era destinatario della misura di sicurezza dell’espulsione dal territorio nazionale. E’ inoltre risultato che gli ospiti della struttura ricettiva non erano registrati al portale “alloggiati” e per questo motivo il titolare della struttura verrà denunciato.

Ma vi è di più. I militari dell’Arma hanno anche accertato la violazione delle prescrizioni imposte per il contenimento della pandemia da Covid-19, e per questo motivo hanno applicato la sanzione accessoria della chiusura provvisoria per 5 giorni della predetta struttura alberghiera, dal 15.12.2021 al 20.12.2021. Il titolare dell’albergo non aveva effettuato l’igienizzazione giornaliera dei locali; aveva consentito la presenza di clienti in piedi, all’interno dei locali comuni, privi dei dispositivi di protezione delle vie aeree; non aveva predisposto adeguati avvisi mediante cartellonistica, indicanti il numero massimo delle persone ammesse all’interno dei locali di uso comune; aveva infine aver consentito l’accesso a clienti privi del cd. “Green Pass”.

Già in passato (22/05/2017) presso la struttura ricettiva in questione era alloggiata B.V.S. di origini rumene, dedita alla prostituzione, anche all’interno dell’albergo, la quale aveva subito maltrattamenti da parte di due connazionali che successivamente erano stati oggetto di condanna irrevocabile alla pena di 14 anni e 10 mesi di reclusione per sequestro di persona, sfruttamento della prostituzione ed altri reati contro la persona.

In data 02.07.2021, sempre il Comando Tenenza dei Carabinieri di Falconara, era intervenuto presso la struttura in argomento poiché vi erano stati episodi di maltrattamenti in danno di una donna S. S. di origini ucraine che avevano portato all’istaurazione del procedimento penale a carico di S.K., cittadino straniero.

Il Questore di Ancona ha ritenuto pertanto, alla luce dei gravi elementi emersi, che l’abituale ritrovo di persone pregiudicate nell’albergo avesse creato, nel caso in questione, non solo un incontestabile situazione di rischio in relazione all’ordine ed alla sicurezza pubblica, in quanto fonte di pericolo concreto ed attuale per la collettività, ma il concreto verificarsi di aggressioni e disordini vari che hanno allarmato e tuttora allarmano profondamente la popolazione locale, con l’aggravante che alcuni di tali soggetti, ospiti dell’albergo, non venivano registrati in ossequio alla normativa T.u.l.p.s.;

Lo stesso Questore ha pertanto disposto la chiusura dell’albergo per venti giorni. La chiusura è stata eseguita stamattina da uomini della Squadra amministrativa e di sicurezza della Questura e dai Carabinieri della locale Tenenza di Falconara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA