Le Cartiere vanno in ferie: previste due settimane di riposo per i lavoratori «per poi marciare spediti»

Mercoledì 29 Luglio 2020
Le Cartiere vanno in ferie: previste due settimane di riposo per i lavoratori «per poi marciare spediti»

FABRIANO  - Due settimane di ferie a cavallo di Ferragosto e nessuna nuova fermata, almeno per il momento, causa calo di produzione a seguito del lockdown. Le cartiere di Fabriano, Gruppo Fedrigoni, lavorano regolarmente e, nonostante le difficoltà e il calo di produzione dei mesi passati causa Covid si attesti, per tutto il gruppo, intorno al 30%, si guarda al futuro con ottimismo. Di questo si è parlato ieri in un incontro tra la proprietà i sindacati per fare il punto della situazione.

«La cassa integrazione, negli stabilimenti marchigiani, è stata utilizzata in modo mirato – dicono le parti sociali – e, ad oggi, non c’è in programma un nuovo stop alla produzione dopo quello di maggio e quello di giugno». A breve arriverà il periodo delle ferie che durerà circa 2 settimane, alcune volte in passato le settimane consecutive sono state tre. «L’obiettivo è quello di marciare poi spediti per tutto l’anno» confermano i sindacati. Nel corso della riunione si parlato anche dei premi integrativi e del settore “valori” che ha commesse per la realizzazione di banconote fino ad ottobre. Da segnalare le buone performance della carta da disegno del marchio “Fabriano”. Dopo lo stop di inizio maggio le Cartiere del gruppo Fedrigoni, visto il calo di domanda causa Covid-19, hanno chiuso nuovamente gli stabilimenti del settore carta anche a giugno. A Fabriano e Rocchetta Bassa i 247 dipendenti sono stati invitati a fruire di tutte le ferie e i permessi non goduti per coprire i periodi di chiusura, ricorrendo alla cassa integrazione solo nel caso non fossero sufficienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA