Viene trovata senza biglietto sull’Intercity. Offre 20 euro al capotreno. «Non mi multi»

Mercoledì 5 Agosto 2020 di Emanuele Coppari
Viene trovata senza biglietto sull’Intercity. Offre 20 euro al capotreno. «Non mi multi»
ANCONA - Ferrovia sorvegliata speciale. Una settimana di controlli serrati della polizia nel territorio di Marche, Umbria e Abruzzo: 1.718 identificati, 9 persone denunciate in stato di libertà, 214 servizi di vigilanza nelle stazioni ferroviarie, 75 treni scortati, 15 pattuglie automontate.

LEGGI ANCHE:
Ascoli, crescono i contagi: il Mazzoni si prepara all'emergenza con nuove attrezzature

Il finto tecnico dell'acqua fa entrare il complice e scatena la violenza: anziana imbavagliata, chiusa in camera e rapinata


La Squadra di polizia giudiziaria compartimentale ha denunciato un 40enne italiano promotore di una azienda per la fornitura di energia elettrica, accusato di truffa e sostituzione di persona ai danni del titolare di un esercizio commerciale della stazione centrale dei Ancona, che si era trovato a sua insaputa titolare di un contratto per la fornitura di energia elettrica.


 
La tensione
Gli agenti del Settore operativo di Ancona centrale hanno invece denunciato un 35enne ghanese che alla richiesta di fornire le proprie generalità ha tentato di sottrarsi al controllo in modo aggressivo e violento, e si è dato alla fuga all’interno di un’area vietata ai viaggiatori. È stato subito raggiunto e bloccato dagli agenti e segnalato alla Procura della Repubblica di Ancona: deve rispondere dei reati di rifiuto di fornire le proprie generalità e resistenza a pubblico ufficiale. Il ghanese è stato anche sanzionato per aver commesso numerose violazioni al regolamento di Polizia ferroviaria.

Sempre la PolFer di Ancona ha denunciato per istigazione alla corruzione una 40enne ceca che ha offerto 20 euro ad un capotreno per non essere sanzionata. La donna, che viaggiava a bordo di un Intercity senza il biglietto, ha infilato la banconota in tasca al capotreno con l’intento di evitare la più onerosa multa prevista per l’irregolarità di viaggio. Il pubblico ufficiale ha avvisato immediatamente la Polfer che si è fatta trovare all’arrivo del treno nella stazione di Ancona ed ha identificato e segnalato all’autorità giudiziaria la viaggiatrice. 
Lavoro anche per il personale della Polfer di Perugia, che ha rintracciato un 35enne italiano che, nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Sassoferrato, si trovava senza giustificato motivo nella stazione di Perugia. Per lui è scattata la denuncia per la violazione della misura cautelare. La Polfer di Foligno ha invece denunciato per furto aggravato e ricettazione un 30enne marocchino che aveva sottratto un telefono cellulare dall’interno di una vettura posteggiata nel piazzale della Stazione. Il giovane magrebino, rintracciato dagli agenti, oltre al cellulare arraffato dal veicolo ne aveva con sé un altro, pure quello rubato. L’attività d’indagine si è conclusa con la denuncia del marocchino e la restituzione dei cellulari ai legittimi proprietari.
  Ultimo aggiornamento: 08:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA