Rapine alle poste, furti e bancarotta: latitante rintracciato in Germania e riportato in Italia. Sconterà 6 anni in carcere

Il ricercato è stato riportato in Italia dalla polizia
Il ricercato è stato riportato in Italia dalla polizia
di Stefano Rispoli
2 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Luglio 2022, 12:58 - Ultimo aggiornamento: 13:01

ANCONA – I poliziotti della Squadra Mobile di Ancona due giorni fa hanno preso in consegna all'aeroporto di Fiumicino un 62enne siciliano, pluripregiudicato e già ricercato, per scontare una pena definitiva di 6 anni e 3 mesi di carcere, dovuta a reati commessi in passato nelle Marche: l'uomo era stato condannato per rapina aggravata in concorso ai danni di uffici postali, furto aggravato, porto illegale di armi e bancarotta fraudolenta.

T-red tra pericolo incidenti e polemiche per la valanga di multe: parla il comandante della polizia locale

Tre diverse sentenze unificate

All'esito dei diversi processi, il procuratore generale di Perugia, nell'agosto 2020, unificando 3 diverse sentenze, ha sancito la pena di 8 anni e 2 mesi di carcere per il 62enne, ordinando il rintraccio del condannato che si era allontanato dall'Italia. Grazie alle attività di investigazione della Squadra Mobile dorica e alla sinergia tra le diverse articolazioni della Polizia di Stato, il latitante è stato individuato in Germania e arrestato lo scorso 30 maggio dalla polizia tedesca. Espletate tutte le formalità per l’estradizione, l'autorità giudiziaria tedesca ha autorizzato il nullaosta per la consegna del 62enne alla polizia italiana, che il 1°luglio l'ha preso in custodia sotto la scaletta dell’aereo atterrato proveniente da Dusseldorf e atterrato a Fiumicino per condurlo presso il carcere di Civitavecchia, dove dovrà scontare la pena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA