Prima l'odore di gas, poi i malori: appartamento evacuato, coppia di anziani coniugi all'ospedale

Mercoledì 29 Dicembre 2021 di Stefano Rispoli
Prima l'odore di gas, poi i malori: appartamento evacuato, coppia di anziani coniugi all'ospedale

ANCONA-  L’odore di gas era sempre più forte. E quando un senso di malessere generale ha coinvolto l’intera famiglia, è scattato l’allarme. Il sospetto di una fuga di gas è stato confermato dai vigili del fuoco, intervenuti per un sopralluogo. Subito hanno ordinato l’evacuazione dell’appartamento, mentre gli equipaggi del 118, intervenuti con automedica e Croce Gialla, si sono occupati dei quattro inquilini: due coniugi settantenni sono stati portati all’ospedale di Torrette per accertamenti, mentre i figli non hanno avuto bisogno di ricorrere alle cure mediche. 

Falciato da un'auto dopo il lavoro sulla Statale, grave un giovane corriere: ricoverato in prognosi riservata

 

Il sospetto

La paura si è toccata con mano ieri pomeriggio in una palazzina di via Fabriano. Attorno alle 14,30 i soccorritori sono intervenuti dopo l’allarme lanciato dalla stessa famiglia che segnalava un odore di gas sempre più persistente all’interno dell’appartamento. In casa, in quel momento, si trovavano marito, moglie e i due figli che avevano appena pranzato. In un primo momento non avevano dato troppa importanza al cattivo odore: verrà da fuori, devono aver pensato. Ma con il passare del tempo, visto anche lo stato di malessere dei coniugi che avrebbero respirato il gas metano più a lungo, hanno deciso di chiedere aiuto al numero unico d’emergenza 112. Subito in via Fabriano si sono precipitati i vigili del fuoco insieme ai mezzi del 118. 

L’evacuazione 

L’abitazione è stata evacuata, ma anche altri inquilini del palazzo, per sicurezza, sono scesi in strada, allarmati. L’ambulanza ha trasportato al Pronto soccorsi dell’ospedale regionale marito e moglie settantenni, a scopo precauzionale: non sarebbero rimasti intossicati, ma considerata la loro età e la prolungata esposizione al gas velenoso, i soccorritori del 118 hanno consigliato loro di sottoporsi ad accertamenti specifici che, comunque, avrebbero già escluso complicazioni. Nessun problema, invece, per i loro due figli. I vigili del fuoco, sin da un primo sopralluogo, hanno confermato la presenza di metano nell’aria e hanno condotto verifiche per individuare l’origine della perdita sia nell’appartamento in questione, sia nel condominio, insieme ai tecnici dell’azienda del gas. 

 

Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre, 08:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA