Travaglia e Nardi salgono, Cocciaretto c'è: ecco i sette marchigiani nelle classifiche mondiali

Sabato 2 Gennaio 2021
L'ascolano Stefano Travaglia durante gli Internazionali BNL d'Italia 2020

ANCONA Sono sette i tennisti marchigiani nelle classifiche mondiali. Una presenza sparuta ma significativa con ottimi progressi e allettanti promesse tra un 2020 segnato dal Covid 19 e un 2021 tutto da scoprire. Stefano Travaglia, ventinovenne ascolano, aveva iniziato la stagione da numero 84 e l’ha chiusa al numero 74, dopo avere ottenuto il best ranking al numero 70. Aveva debuttato nella Atp Cup, battendo lo statunitense Taylor Fritz e ed in Coppa Davis contro la Corea. Agli Internazionali di Roma superava due turni battendo ancora Tylor Fritz e Borna Coric, prima di perdere 7-5 al terzo contro Berrettini negli ottavi. E a Parigi batte Andujar e Nishikori prima di perdere al terzo turno da sua maestà Rafa Nadal.


La fermana Elisabetta Cocciaretto, 20 anni da compiere il 25 gennaio, è attualmente numero 132 del ranking e nel 2020 è stata protagonista in Fed Cup con l’Italia, ha perso al primo turno dalla Kerber dopo avere vinto tre match di qualificazione agli Australian Open. Nel Wta 250 di Palermo ha raggiunto i quarti battendo Polona Hercog (numero 45) e Donna Vekic (24) prima di perdere con la Kontaveit. Quindi la finale nel torneo da 125mila dollari di Praga, dove ha vinto ben sei match e perso la finale contro la slovacca Kristina Kucova. Infine, ha perso al primo turno a Roma e al secondo delle qualificazioni a Parigi, dove è stata battuta da Clara Tauson.


Il pesarese Luca Nardi, 17 anni, è numero 787 del mondo. A febbraio ha vinto il 15mila dollari di Sharm El Sheikh e nel Atp 250 di Anversa stava per battere Marcos Giron, 76° del mondo. Farà di sicuro i tornei juniores dei tre Slam di Parigi, Wimbledon e Us Open. Gianluigi Quinzi ha invece chiuso la stagione al numero 408 del mondo: il venticinquenne di Porto San Giorgio ha vinto il 25mila dollari di Weaston e a settembre è arrivato in finale nel 25mila dollari di Jablonec in Repubblica Ceca. L’urbinate Emiliano Maggioli ha invece 19 anni ed è numero 625 del ranking dopo un best a 569: ha raggiunto le semifinali nel 15mila dollari del Cairo. Infine, oltre a Samuele Ramazzotti di Moie, al numero 977, anche se ha ormai interrotto l’attività, c’è anche Sofia Rocchetti, 18 anni, da poco nel panorama professionistico: è entrata nella classifica mondiale con i punti conquistati in Spagna. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA