L'Italservice batte 5-2 la Colormax Pescara e si qualifica per la semifinale di Coppa Italia

Giovedì 22 Aprile 2021
L'Italservice Pesaro scesa in campo a Rimini contro la Colormax Pescara

RIMINI Soffre, scappa, resiste ed esulta. In quattro parole la partita dell’Italservice Pesaro che nei quarti di finale di Coppa Italia ha sconfitto per 5-2 la Colormax Pescara e si è qualificata così alle semifinale. La corsa alla coccarda tricolore continua per i biancorossi, grazie a una prova diversa dal solito.

 

 

In avvio, sul parquet dell’RDS Stadium di Rimini, le gambe inevitabilmente non girano a dovere dopo un mese di sosta forzata a causa del Covid. Nel primo tempo i biancorossi riescono comunque a creare alcune occasione per segnare. Tre legni, colpiti da Marcelinho, De Oliveira e Borruto, negano però il vantaggio al Pesaro e così all’intervallo il risultato è ancora fermo sullo 0-0. Nella ripresa l’episodio apriscatole lo inventa il duo Canal-Cuzzolino, con il primo che fa da sponda e l’argentino che si lancia in area. Al momento di calciare in porta subisce però una spinta ed è rigore: lo stesso Cuzzolino dal dischetto sigla l’1-0. Pescara prova ad attaccare ma non punge. Così gli abruzzesi si giocano la carta del portiere di movimento. L’Italservice difende in maniera perfetta e colpisce tre volte con la porta sguarnita: prima Borruto, poi il portiere Miarelli addirittura due volte direttamente dalla propria area. Sul 4-0 Pescara rimette il portiere, ma Cuzzolino su un lancio di Miarelli si inventa uno stop-dribbling e appoggio in rete deliziosi che valgono il 5-0. Il Pescara non molla e prima sbatte su due miracoli di Miarelli, poi trova due reti riavvicinate. Colini chiama il time out e rimette le cose in ordine. Così il punteggio non cambia più e l’Italservice vola in semifinale. Sabato alle 16, in diretta su RaiSport, affronterà il Todis Lido di Ostia, vincente 7-6 ai rigori sulla Cmb Matera. Il sogno della coccarda tricolore continua.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA