La star mondiale Hewitt apre la stagione concertistica di Pesaro, grande attesa anche per il pianista Bavaj in duo con il flautista Mercelli

Martedì 12 Ottobre 2021 di Elisabetta Marsigli
Angela Hewitt, pianista canadese che inaugura la stagione concertistica di Pesaro

PESARO - Con il debutto a Pesaro di Angela Hewitt, pianista canadese tra più conosciute a livello mondiale, si apre, martedì 19 ottobre, la 62esima stagione concertistica, organizzata da Ente concerti e comune di Pesaro, con alcune importanti novità.
Il cartellone è diviso in due parti: la prima da ottobre a dicembre e la seconda (da gennaio) che verrà annunciata in seguito. Inoltre, come per la stagione di prosa, la rassegna si terrà al teatro Sperimentale, adottando particolari accorgimenti per offrire un’esperienza acustica di qualità pari a quella delle migliori sale. Infine, a fianco della stagione concertistica pesarese, l’Ente presenta una rilevante offerta di concerti sinfonici organizzati all’interno del network regionale Marche Concerti in collaborazione con la Form – Filarmonica Marchigiana, sul palco del Teatro La Fenice di Senigallia: una scelta dovuta anche all’impossibilità di ospitare a Pesaro una intera orchestra. 

 

 
Si parte quindi con una star internazionale come Angela Hewitt, seguita, l’11 novembre, dal duo BartolomeyBittmann e il loro progetto Dynamo: due autentici fuoriclasse in grado di esprimere una nuova concezione di concerto dal vivo, che partendo dal repertorio classico ne oltrepassano i confini verso la contaminazione con altri linguaggi musicali, il tutto con una forza creativa e una comunicativa inesauribili. Domenica 21 novembre, si esibirà il violoncellista Enrico Dindo che, grazie al suo amore per la musica da camera, sarà impegnato, insieme a Monica Cattarossi, in un repertorio ardito che comprende l’affascinante Sonata op. 8 di Ernst von Donhanyi e la celeberrima Sonata in sol minore op. 19 di Sergej Rachmaninov. Altro atteso appuntamento sarà quello di sabato 11 dicembre con il pianista Lorenzo Bavaj in duo con il flautista Massimo Mercelli, entrambi pesaresi di adozione. Un duo attivo da circa trenta anni, che vanta successi e riconoscimenti internazionali, in cui i musicisti hanno raggiunto un livello di affiatamento davvero straordinario. L’ultimo appuntamento del 2021 è quello che consacra la presenza a Pesaro di un violinista che ha fatto storia, Vadim Brodski. Discendente di Adolph Brodski, famoso per essere stato il primo esecutore del Concerto di Tchaikovsky, Vadim esordì a 11 anni come solista con la Kiev Philharmonic eseguendo il Concerto per violino di Kabalevsky sotto la direzione dello stesso compositore.
Alla Fenice di Senigallia, dove la Form sarà in presenza, è in programma l’esecuzione integrale dei Concerti per pianoforte e orchestra di Brahms con i solisti Benedetto Lupo (domenica 17 ottobre, direttore Alessandro Bonato) e Nelsson Goerner (domenica 19 dicembre, direttore Manlio Benzi), più un concerto con il violinista Stefan Milenkovich (domenica 31 ottobre) nel doppio ruolo di direttore e solista della compagine marchigiana. Agli abbonati della stagione concertistica pesarese è garantito un accesso riservato con un biglietto di cortesia. Rinnovo abbonamenti dal 13 al 14 ottobre; nuovi dal 15 al 17 ottobre. Info: Ente Concerti 072132482 o sul nuovo e aggiornato sito omonimo, oppure Teatro Sperimentale 0721387548.

© RIPRODUZIONE RISERVATA