Spalti gremiti al Mancini di Fano
In campo la Nazionale Cantanti

Spalti gremiti allo stadio
Mancini di Fano, in campo
la Nazionale Cantanti
Spalti gremiti allo stadio
Mancini di Fano, in campo
la Nazionale Cantanti
di Silvia Falcioni
FANO - Solidarietà e spettacolo si sono unite nella grande partita "Fano per la vita" andata in scena ieri allo stadio Mancini. Curva e tribune si sono riempite di spettatori festanti giunti per acclamare i loro personaggi dello spettacolo preferiti, in una gara che non ha mancato di regalare momenti di sano agonismo e grandi emozioni. Indipendentemente dal risultato finale, che ha visto trionfare per sei reti contro quattro i Campioni per la Ricerca in campo contro la Nazionale italiana cantanti, il trionfo è stato della beneficienza, proprio in occasione della giornata dell'autismo.

Il ricavato dell'evento, pari a 27.190 euro per 4610 biglietti venduti, verrà consegnato alle due associazioni organizzatrici, l'Adamo onlus e Omphalos famiglie e autismo, che lo investiranno per importanti progetti sul territorio. 
Il pomeriggio si è aperto sulle note della Banda Città di Fano e del coro dell'associazione nazionale carabinieri, per poi proseguire con il calcio d'inizio che ha visto il cantante Moreno segnare la prima rete. Il primo tempo si è chiuso con un pareggio di 3-3 delle due formazioni, ma i Campioni per la ricerca hanno mostrato determinazione rimontando nella seconda parte e infine aggiudicandosi la partita. Un trofeo è stato consegnato ad entrambe le squadre in segno di partecipazione, mentre il premio per il miglior giocatore in campo è andato al cantante Moreno, confermatosi il bomber della Nic. 

"E' andata molto bene, mi sono divertita" è stato il commento di Chiara Dello Iacovo, che ha ricevuto la sua "investitura" ufficiale in Nic, segnando la prima presenza rosa tra i cantanti. Il successo dell'evento è stato rimarcato da tanti artisti, soprattutto da Neri Marcorè, tra i veterani della squadra azzurra: "E' molto bello vedere che la gente risponde con generosità. Noi ci mettiamo del nostro ma abbiamo un buon seguito, la gente è tanta per una buona causa". 
Tra i più applauditi in campo il cantante Moreno, disponibilissimo a firmare autografi e fare foto, circondato dai pulcini dell'Alma Juventus Fano, che non ha mancato di esprimere la sua gioia per lo svolgimento della giornata: "Tutti i 365 giorni dell'anno dovrebbero essere come oggi, lo stomaco mi si chiude nel sentire il calore e l'affetto di tutte queste persone". "La cosa principale è essere qui - ha detto un emozionato Evaristo Beccalossi - ci divertiamo ma soprattutto vediamo che tanta gente ha risposto all'appello della solidarietà".

Tra le file della Nic, capitanata da uno scattante Enrico Ruggeri (che poi la sera ha debuttato con il nuovo tour a Maiolati), hanno giocato volti giovani al loro debutto, ma anche vecchie glorie con tante presenze in campo in maglia blu. "Per noi che facciamo solidarietà da anni - ha commentato Paolo Vallesi - vedere una così grande partecipazione di pubblico ci rende molto orgogliosi. La squadra è un grande carrozzone, molto variegata". 
"Sono contento di far parte della squadra - ha aggiunto Marco Filadelfia - per me è la sesta partita in nazionale e noto una bella atmosfera, gente felice e spensierata". 

I cantanti sono arrivati a Fano già venerdì sera per ritrovarsi a cena al ristorante Puntiron's di Marotta, dove non sono mancati momenti di divertimento e un karaoke improvvisato, con fan di tutte le età che ha potuto intrattenersi con gli ospiti a sorpresa. "Grazie alle 4610 persone che hanno deciso di partecipare a questa festa - ha concluso il sindaco Massimo Seri - sono orgoglioso di rappresentare questa città". 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 2 Aprile 2016, 21:05 - Ultimo aggiornamento: 02-04-2016 21:05

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO