Sette escursioni per raccogliere fondi e aprire il sentiero che amava Michele Sensini, morto a Fiastra mente andava in bici

Sette escursioni per raccogliere fondi e aprire il sentiero che amava Michele Sensini, morto a Fiasta mente andava in bici
Sette escursioni per raccogliere fondi e aprire il sentiero che amava Michele Sensini, morto a Fiasta mente andava in bici
di Saverio Spadavecchia
3 Minuti di Lettura
Sabato 24 Settembre 2022, 05:10 - Ultimo aggiornamento: 10:57

FIASTRA  - Una giornata dedicata alla montagna per ricordare Michele Sensini, guida escursionistica ed in passato anche collaboratore del Parco nazionale dei monti Sibillini. Una persona legata al territorio, profondo cultore delle bellezze delle montagne marchigiane, scomparsa prematuramente, nel giugno scorso a 47 anni a causa di un tragico incidente durante un sopralluogo in bicicletta nei pressi di San Lorenzo al lago, a Fiastra.

 
La memoria


Per ricordare una persona che tanto ha fatto per il comprensorio, per i monti Sibillini e per le Marche tutte, è stata organizzata per il primo ottobre una giornata di escursioni e passeggiate nei pressi del lago di Fiastra. L’evento è organizzato dal comune di Fiastra e dalle associazioni RicostruiAMO Fiastra e Guide del Parco dei monti Sibillini. Sette i percorsi: la valle di Rio Sacro, la fonte dell’Aquila, la valle del Fargno, i piani di Ragnolo, l’anello dei piani di Ragnolo e due percorsi pensati per i bambini fino ai 12 anni. Questi ultimi due sono chiamati “Al lago con gli asinelli” e “A cavallo con Catia”. Tutte le escursioni saranno accessibili con un contributo di 10 euro, mentre per i bambini al di sotto di 14 anni è prevista la gratuità. Le escursioni e le passeggiate saranno accompagnate da una guida esperta capace di guidare tutti i partecipanti in sicurezza sui percorsi previsti dalla manifestazione. Tutte le escursioni avranno una durata di circa 3 ore, e permetteranno ai partecipanti di proseguire poi nel pomeriggio con le attività previste presso i giardini pubblici di Acquacanina. Sono infatti stati organizzati laboratori e giochi per bambini, cibo e bevande, e a partire delle ore 16 la musica degli Old Boys per concludere la giornata dedicata a Michele Sensini.


La raccolta di fondi


Tutte le donazioni raccolte nella giornata saranno destinate a riaprire il sentiero che collega la frazione di Moreggini di Fiastra al borgo abbandonato di San Giovanni, che nelle intenzioni degli organizzatori sarà intitolato a Michele Sensini. «Questa idea è nata quasi subito, è stata automatica – spiega Caterina Belli dell’associazione RicostruiAMO Fiastra – perché questo sentiero si trova vicino alla casa di Michele. Un sentiero facilmente percorribile ma chiuso da tempo. La riapertura di questo sentiero era uno dei desideri di Michele. Quale miglior modo per ricordarlo se non recuperare e rendere fruibile a tutti questo sentiero?».


Il ripristino


Il ripristino di questo sentiero era un desiderio di Michele e per questo scopo le donazioni verranno utilizzate interamente. Per affrontare le escursioni gli organizzatori consigliano di calzare scarpe da escursionismo, portare con sé ricambio di t-shirt, portare almeno 1 litro d’acqua e qualche snack e un vestiario a più strati ed adatto alla stagione autunnale. Per informazioni e prenotazioni è possibile fare riferimento al numero telefonico del Cea di Fiastra: 0737 52185.

© RIPRODUZIONE RISERVATA