​Osimo, prosa e danza
due cartelloni per tutti

Martedì 4 Novembre 2014
Marina Massironi, Sergio Muniz , Anna Galiena e Amanda Sandrelli

OSIMO - La stagione teatrale 2014-15 promossa a Osimo da Comune, Asso e Amat prevede quest'anno un doppio cartellone.

A quello di prosa e danza, infatti, si affiancherà "Ricerca di Teatro", con commistioni di genere e metodi più sperimentali. Ad aprire il programma di prosa il 23 novembre sono Anna Galiena, Marina Massironi, Amanda Sandrelli e Sergio Muniz con "Tres", commedia dello spagnolo Juan Carlos Rubio diretta da Chiara Noschese. Reduce dal successo de "La Grande Bellezza" il 14 dicembre Iaia Forte è protagonista di "Hanno tutti ragione", firmata dall'Oscar Paolo Sorrentino.

La danza sul palco della Nuova Fenice il 18 gennaio con la compagnia Junior del Balletto di Toscana in una "Giselle" coreografata da Eugenio Scigliano. L'1 febbraio l'appuntamento è con Laura Marinoni, Stefano Randisi, Enzo Vetrano in "L'onorevole" di Leonardo Sciascia.

Il 14 febbraio Stefano Accorsi è diretto da Marco Baliani nel libero adattamento del "Decamerone" di Boccaccio. L'ultimo degli appuntamenti di questa parte di cartellone è il 13 marzo con Monica Guerritore e Carolina Crescentini interpreti di "Qualcosa rimane" che Giorgio Diritti ha tratto dall'opera teatrale "Collected Stories" del premio Pulitzer Donald Margulies.

Il cartellone "Ricerca di Teatro" prede il via invece il 18 dicembre con "Pinocchio leggermente diverso" con le coreografie di Virgili Sieni e interpretato da Giuseppe Comuniello, danzatore non vedente. Il 25 gennaio la compagnia Teatro Aperto che, con la partecipazione del didatta Maurizio Boldrini e la regia di Marco Frontalini, propone "Costellazioni d'amore", concertazione vocale, sonora e coreografica dei versi di Leopardi, Montale, Campana.

Appuntamento con la musica d'autore il 20 febbraio in collaborazione con Loop Live Club, che presenterà "Earth Hotel", il nuovo disco di Paolo Benvegnù con riflessione profonda sull'amore. "Alda Merini. I beati anni dell'innocenza" un testo di Antonio Lovascio interpretato dall'attrice Isabella Carloni è in scena il 6 marzo. Teatro a Sud Est propone poi il 29 marzo "Voi che vivete sicuri": a partire dal verso di Primo Levi l'attrice Sandra Cattaneo e il regista Cosimo Gallotta danno vita a storie di persone libere.

Si chiude il 17 aprile con Mariangela Gualtieri, fondatrice con Cesare Ronconi del Teatro Valdoca, con "Voci di tenebra azzurra". Una scelta ampia che propone anche generi diversi per una vasta ed eterogenea platea.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO


Ultimo aggiornamento: 10 Novembre, 10:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA