Lo fermano per un controllo e sono travolti dall'odore di marijuana: nei guai un 25enne

Pesaro, lo fermano per un controllo e sono travolti dall'odore di marijuana: nei guai un 25enne
Pesaro, lo fermano per un controllo e sono travolti dall'odore di marijuana: nei guai un 25enne
di Luigi Benelli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Dicembre 2020, 07:05

PESARO - Tradito dall’odore pungente della marijuana. Un normale controllo in via del Campo Sportivo a Pesaro, poco dopo le 21,15. Gli agenti della squadra volante hanno fermato l’auto di un giovane italo argentino di 25 anni.

Con lui a bordo c’era una ragazza. Gli hanno chiesto i documenti, ma quando ha aperto il finestrino i poliziotti hanno subito sentito l’odore di marijuana.

 

L’olezzo inconfondibile

Così è scattato il controllo approfondito all’auto e sono stati trovati due involucri di droga, 33 grammi di marijuana, 3 di hashish e un bilancino. La perquisizione è continuata a casa dove gli agenti hanno trovato un bilancino di precisione. Il giovane è stato quindi arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Gli agenti della Volante stanno continuando il contrasto allo spaccio di stupefacenti. Ieri in tribunale l’udienza di convalida dell’arresto. Il ragazzo, difeso dall’avvocato Carlo Scalpelli, è stato collaborativo e ha detto al giudice di essere uscito per acquistare la droga tra il parco Miralfiore e la stazione dai pusher che frequentano la zona. E che soprattutto per “mantenersi” il vizietto del consumo, comprava anche per spacciare. 

Voltare pagina

«Ha parlato e si è mostrato propositivo – spiega Scalpelli – ora è pronto a voltare pagina». Il giovane ha patteggiato a 6 mesi e 900 euro di multa, pena sospesa. Tra i precedenti un’invasione abusiva di un edificio e una lite furibonda che aveva occupato le cronache locali. Il giovane è già finito alla ribalta delle cronache per il burrascoso rapporto con la sua ex. A fine novembre del 2019 aveva deciso chiudere la relazione con la compagna e aveva deciso di lasciare le sue cose in un paio di sacchi fuori dalla porta.
Apriti cielo, lei avrebbe reagito entrando in casa spaccando tutto. Non solo, lei avrebbe lanciato dal balcone in strada un computer ma avrebbe anche scaraventato un water in disuso contro il ragazzo. Quando arrivò il padre della fidanzata prima avrebbe ricevuto dei pugni, poi li avrebbe restituiti spaccando anche il parabrezza della sua auto e il lunotto posteriore. Da qui uno scambio di querele reciproche per lesioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA