«Sconosciuto ha tentato di adescare un bimbo». Ma la denuncia non c'è: giallo nel quartiere

Martedì 11 Maggio 2021 di Luigi Benelli
Pesaro, «Sconosciuto ha tentato di adescare un bimbo». Ma la denuncia non c'è: giallo nel quartiere

PESARO - Presunti adescamenti di minorenni in zona Chiesa di Stanza Maria Regina a Borgo Santa Maria. Il Quartiere 8 segnala questo fatto sul loro profilo istituzionale di Facebook. La cosa ha avuto profonda eco sui social, ma al momento non risulterebbero denunce alle forze dell’ordine. 

Il Quartiere ha allertato la polizia locale e ci sarebbero telecamere di videosorveglianza della zona da cui poter estrarre i momenti chiave della vicenda. Anche l’assessorato alla Sicurezza sta monitorando il caso.

 

Secondo il racconto di un testimone «Uno scooter nero si è fermato davanti la chiesa, un personaggio robusto di mezza età con pochi capelli brizzolati, sceso dallo scooter, avrebbe avvicinato un bambino che giocava in disparte rispetto il gruppo di amici e con la scusa che stava cercando un bagno lo ha fatto entrare in chiesa dietro di sè. Fortunatamente uno dei tanti adulti che stazionano nella via mentre i bimbi giocano si è accorto della scena che gli è sembrata poco chiara ed è subito intervenuto per far uscire il bimbo. Fortunatamente non è accaduto nulla, tanto che il bimbo non ha fatto in tempo ad accorgersi di niente. Dai bimbi che frequentano la via ci è stato segnalato che anche ad un altro di loro era stata posta la stessa richiesta dallo stesso personaggio in un’altra zona del quartiere (nei pressi di via Monte Amiata)». Il fatto è ambiguo, ma l’adulto che ha fatto uscire il bambino non ha fermato il personaggio sullo scooter né ha chiesto conto di quanto volesse fare. 

Le verifiche

«Noi che abitiamo qua in zona, abbiamo sempre ritenuto “sicuro” lasciare i bimbi giocare liberamente, ma questo fatto ci ha molto spaventato – dicono i residenti - vorremmo invitare tutti a tenere alta l’attenzione. Noi dal canto nostro abbiamo già segnalato il fatto al Parroco, lo segnaleremo sui vari gruppi di scuola e catechismo e lo segnaleremo anche alle autorità competenti. In caso di movimenti sospetti è bene informare immediatamente le forze dell’ordine».Serviranno ulteriori verifiche per capire cosa sia successo e quali fossero le intenzioni dell’uomo. Le telecamere potrebbero far luce su quegli istanti. I filmati saranno visionati per chiarire la dinamica. La comunità di Borgo Santa Maria ha comunque lanciato un allarme su questo tema. L’assessorato alla Sicurezza, rappresentato da Riccardo Pozzi fa sapere di aver «condiviso la questione con il gruppo coordinatori della Polizia locale, in particolare con il presidio di Borgo Santa Maria. Su questi episodi l’attenzione è massima».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA