Pesaro, il pusher non apre bocca
ma la cocaina era per i professionisti

Il pusher arrestato non apre
bocca, ma la cocaina
era per i professionisti
di Luigi Benelli
PESARO - Non era droga destinata per la movida dei giovani. I clienti del pusher trovato con un chilogrammo di cocaina, abbracciano un’ampia sfera di adulti. Un target alto: fatto soprattutto di professionisti. Tutti pesaresi o del circondario, pronti a dare un appuntamento nei parcheggi dei fast food di Pesaro o nella zona dell’Interquartieri.

Un ordine preciso, il contante giusto, la dose programmata e lo scambio molto rapido. Ieri mattina l’udienza di convalida dell’arresto del 33enne albanese arrestato venerdì notte con 970 grammi di cocaina purissima e 10 mila euro in contanti a casa. L’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere al giudice. Arresto convalidato e per ora resta in carcere. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 10 Settembre 2019, 06:34 - Ultimo aggiornamento: 06:34