Miss Italia, a Fano le prefinali: sfileranno le 197 ragazze più belle. La regina 2021: «Esperienza straordinaria»

Le 197 ragazze più belle sfilano a Fano per le prefinali di Miss Italia. La regina 2021: «Un'esperienza straordinaria»
Le 197 ragazze più belle sfilano a Fano per le prefinali di Miss Italia. La regina 2021: «Un'esperienza straordinaria»
di Osvaldo Sctassi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Settembre 2022, 04:05 - Ultimo aggiornamento: 17:48

FANO - Miss Italia ha scelto Fano per la prefinale dell’edizione 2022, dal 16 al 19 settembre prossimi. Per quattro giorni la nostra città e i suoi luoghi più significativi, tra questi il teatro della Fortuna e il Pincio, saranno lo scenario che valorizzerà il fascino, l’eleganza e «la figura femminile nella sua interezza», ha detto Patrizia Mirigliani, patron del concorso di bellezza più famoso in Italia, ieri a Fano per presentare l’importante tappa della manifestazione. 

Venti fasce regionali

Nel centro storico di Fano sfileranno 197 incantevoli ragazze, altrettante candidate alle 20 fasce regionali che daranno accesso alla fase conclusiva, prevista a ottobre. Madrina Miss Italia uscente, la ventenne Zeudi Di Palma, campana di Scampia. «Mi dispiace dover passare la corona che ho portato per un anno e che mi ha permesso di conoscere tutto il mio Paese, ma allo stesso tempo sono tanto contenta di avere vissuto un’esperienza straordinaria», ha detto Di Palma. Con lei e Mirigliani, il vicepresidente regionale Mirco Carloni, l’assessore comunale Etienn Lucarelli e Luciano Cecchini, presidente di Federalberghi Marche Nord. 
Un rapido sguardo al programma, allora.

Le quasi 200 aspiranti al titolo di reginetta italiana, individuate nel corso di 350 selezioni, saranno valutate da una commissione tecnica presieduta da Maria Giovanna Maglie, saggista e opinionista italiana, alla luce dei nuovi criteri che caratterizzano il concorso: «Una bellezza nuova, moderna, social, che va al di là della mera valutazione estetica», è scritto in una nota di presentazione. Già durante la prima serata, il 16 settembre, le ragazze sfileranno in parata per le vie del centro storico. Appuntamento davanti all’arco d’Augusto, dove sono previste tre serate d’intrattenimento. Domenica 18 settembre la nomina delle finaliste, che poi saranno presentate al pubblico. Lunedì a partire dalle 21 attività di carattere promozionale.

Come San Benedetto del Tronto

Miss Italia torna dunque nelle Marche dopo 17 anni: Fano come San Benedetto del Tronto, che fu sede della prefinale dal 1998 al 2005. Rappresenta la nostra regione la civitanovese Glelany Cavalcante, italo-brasiliana di 28 anni. Mirigliani l’ha definita «bellezza prorompente» e un «esempio per tutte le ragazze italiane di origine straniera. Per lei l’Italia significa molto: rinascita, casa, opportunità. Quando è stata eletta, la sua prima parola è stata gratitudine». Cavalcante ha dunque la fascia di Miss Marche, che però non ne fa una partecipante già designata alla finale. Ha infatti spiegato Mirigliani che la kermesse fanese mette di nuovo tutto in discussione. 
«Il ritorno delle prefinali in presenza – ha aggiunto Mirigliani – è per tutti un motivo di felicità. Le serate meravigliose vissute durante tutta l’estate, davanti a tanti spettatori, rappresentano un segnale importante di ripresa e di rinascita dopo gli anni difficili del Covid». 

Carloni: «Mi sono impegnato»

«Mi sono impegnato per portare a Fano una grande opportunità, che garantisce notevole visibilità tanto alla città quanto alle Marche», ha detto Carloni. Sia Lucarelli sia Cecchini, infine, hanno evidenziato il fortissimo effetto promozionale di Miss Italia. «Avremo in città 1.600 presenze spalmate sui quattro giorni della manifestazione», ha detto il presidente di Federalberghi Marche Nord.

© RIPRODUZIONE RISERVATA