Un appello si alza dalle ringhiere blu: «Fateci tornare in Pista, il Comune trovi i fondi per sistemare il campetto»

Sabato 16 Aprile 2022 di Beatrice Giannotti
Il campo da basket devastato

URBINO  - La Pista, il campetto urbinate in zona piscina comunale, ha visto negli anni migliaia di ragazzi di Urbino e non solo giocare a basket tra le sue ringhiere blu. Un punto di ritrovo importante della città che negli ultimi dieci anni circa è stata curata e sistemata, insieme all’amministrazione comunale, dall’Associazione Urbino Basket Club.

 

Prima dello stop forzato causato dal covid, sono state nove le edizioni del torneo “3vs3 Città di Urbino” che ha portato in città centinaia di amanti della palla a spicchi: urbinati, abitanti delle città limitrofe e anche studenti che dopo la laurea sono tornati per questo evento. Marco Dionigi, presidente dell’Associazione e anche a nome dei numerosi ragazzi che frequentano la Pista lancia un appello all’amministrazione comunale: «Abbiamo riscontato una situazione di abbandono – spiega –. Il campo è molto rovinato, le mattonelle hanno buche e affossamenti. Alcune parti sono particolarmente scivolose. I bidoni sono stati recentemente svuotati dopo una segnalazione come la fontanella dell’acqua che è stata ripristinata di recente». 

Negli anni, i fondi raccolti con il torneo di Basket sono stati investiti per migliorie dell’area (come la casetta per il ricovero di attrezzature utili) e sono state negli anni acquistate e posate vernici aggrappanti, è stata spesso messa mano anche ai canestri. 


«L’amministrazione di Urbino è sempre stata attenta in passato a questa zona della città che sta particolarmente a cuore a numerosi urbinati e studenti – continua Dionigi –. Vorremmo tornare a rendere questo luogo un posto di incontro e divertimento. Difficile capire come gestire questa situazione. Non vogliamo che il campetto venga chiuso. È un punto di ritrovo importante. Ma serve manutenzione. Sicuramente gli anni di stop non hanno aiutato e favorito la gestione del campetto, ma è ora di rimettersi all’opera e siamo disposti a fare, come sempre, la nostra parte e dare una mano per quanto possibile». 

In questo periodo sono stati numerosi i campetti sistemati nelle città limitrofi anche grazie a bandi e finanziamenti. «Abbiamo spesso incontrato l’amministrazione e trovato sempre il modo di dare il giusto lustro e decoro al campetto – conclude Dionigi –. Si è scelto di sistemare la pista di atletica del campo sportivo con dei fondi che sono arrivati in passato, ma visti i numerosi finanziamenti che potrebbero arrivare nell’imminente futuro, chiediamo di tenere in considerazione la situazione della Pista. Noi siamo pronti a metterci al lavoro».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA