Sbronzo prima di cena si schianta contro un'auto parcheggiata dopo un pericoloso zig-zag

Lunedì 15 Novembre 2021 di Massimo Foghetti
L'auto incidentata

FANO - La serata del sabato era appena agli inizi, ma il giovane che è stato allo stesso tempo protagonista e vittima di un incidente che si è verificato in via Metauro era già ubriaco. Si tratta di un ragazzo di Gradara che in preda ai fumi dell’alcol si è messo imprudentemente alla guida di una Fiat Multipla. Erano appena le 20. In città molti giovani si erano dati appuntamento nei ristoranti e nei bar del centro storico per ritrovarsi attorno ad una tavola e trascorrere insieme le ultime ore della giornata prefestiva. La temperatura ancora piuttosto mite ha consentito di formare alcune tavolate all’aperto. 

 

 
Tutto si stava svolgendo in modo tranquillo e in sicurezza, quando al Comando della Polizia Locale è giunta una richiesta di intervento per un incidente che si era verificato in via Metauro all’altezza del numero civico 15. Qui una Fiat, dopo aver proceduto zigzagando ora a destra ora a sinistra, è andata a sbattere contro un’auto in sosta sulla carreggiata. 
Per fortuna all’interno di quest’ultima non c’era nessuno, dato che i proprietari erano scesi per fare acquisti nella vicina macelleria, quindi l’impatto ha prodotto solo delle conseguenze per l’investitore che è rimasto ferito. La vicinanza del luogo dell’incidente all’ospedale di Fano ha consentito agli operatori del 118 di soccorrere l’infortunato in pochi minuti, trasportandolo al Pronto Soccorso. Dai primi accertamenti comunque è apparso chiaro che il giovane si trovasse in forte stato di ebbrezza. Messosi alla guida dell’auto, deve aver spinto anche quest’ultima a forte velocità in via Metauro che, per un buon tratto è a senso unico, dato che l’automobile in sosta una volta colpita, è stata sospinta in avanti abbattendo prima un piccolo arbusto e quindi un palo della segnaletica verticale. Sul posto, come abbiamo detto, si è recata la pattuglia dell’antinfortunistica del Comando dei di vigili urbani che ha rilevato le modalità dell’incidente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA