Scooter travolto da un'auto. Centauro vola per diversi metri sopra ad un'altra macchina. Lo schianto ripreso da una telecamera

Domenica 20 Settembre 2020 di MASSIMO FOGHETTI
L'incidente all'ex zuccherificio
FANO Un altro centauro è rimasto coinvolto in un incidente ieri mattina intorno alle 10.50 che si è verificato nei pressi dell’ex zuccherificio in via Mattei. Si tratta di un fanese di 52 anni in sella ad uno scooter 50 che, per le ferite riportate è stato trasportato con l’eliambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Torrette di Ancona in condizioni definite gravi. 

 
L’uomo è stato investito da un’Audi condotta da un concittadino di 34 anni che nel girare in via del Commercio non si è accorto dell’improvviso ostacolo, provocando lo scontro. Quest’ultimo è stato particolarmente violento. Colpito sul fianco mentre stava percorrendo via Mattei in direzione mare – monte, lo scooterista ha compiuto un balzo di parecchi metri, atterrando sul cofano di un’auto ferma all’incrocio di via del Commercio, per poi rotolare a terra. L’autista dell’Audi che percorreva la stessa via dell’aeroporto in direzione monte – mare, nel voltare in via del Commercio, secondo i rilievi eseguiti da una pattuglia della Polizia locale, quindi non avrebbe prestato attenzione al veicolo che sopraggiungeva dalla parte opposta, centrandolo in pieno. Nel momento in cui sono giunti i soccorsi, per fortuna il centauro era ancora cosciente, ma gli operatori del 118, dopo averlo stabilizzato, hanno ritenuto opportuno richiedere l’intervento di Icaro, l’eliambulanza che, dopo aver atterrato nel vicino aeroporto, ha trasportato il ferito all’ospedale di Torrette. Dai primi riscontri non sembra che il cinquantaduenne sia in pericolo di vita.
Per coincidenza tutta la scena dell’incidente è stata ripresa da una telecamera posta sullo stabile di una ditta vicina, evidenziando l’impressionante volo compiuto dallo scooterista, dopo essere stato colpito dall’Audi. Un incidente che avrebbe potuto concludersi con conseguenze peggiori, ma che sembra concludersi, salvo complicazioni, con diverse fratture per il malcapitato che viaggiava sulle due ruote. 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA