Rubano duemila mascherine appena consegnate alla casa albergo per anziani

Mercoledì 30 Giugno 2021
Mascherine chirurgiche

FANO - Il tempo di bere un caffè, che i quattro scatoloni di mascherine protettive appoggiate all’ingresso di Familia Nova erano già spariti. Sgradevole sorpresa ieri intorno alle 15.30 per Francesco Alessandroni, il responsabile della casa albergo per anziani in via Malvezzi, in centro storico a Fano. «Nessuno muore per ciò che è successo, ma l’episodio resta pietoso», ha detto Alessandroni prima di rivolgere un appello «a chiunque abbia preso gli scatoloni: se li restituisse non sarebbe affatto male». 

 

Nel breve volgere di pochi minuti sono scomparse 2.000 mascherine destinate agli anziani ospiti della struttura e agli operatori che li seguono: c’erano 50 dispositivi protettivi in ciascuno dei 10 pacchi contenuti in ogni singolo scatolone. «Avevo appena preso la fornitura delle mascherine – racconta Alessandroni – le avevo scaricate dall’automobile e messe in pila davanti all’ingresso, poi sono entrato per bere un caffè e sono uscito subito dopo: gli scatoloni non c’erano più, forse qualcuno avrà pensato che contenessero merce pregiata. Abbiamo chiesto in giro e un vicino ha detto di avere visto una persona allontanarsi portando a braccia degli scatoloni».

Nelle vie intorno alla casa albergo per anziani sono state installate delle telecamere, i filmati potrebbero fornire qualche indicazione utile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA