Nelle trincee delle farmacie: in due settimane eseguiti oltre 13mila tamponi rapidi

Domenica 7 Marzo 2021 di Massimiliano Viti
Nelle trincee delle farmacie: in due settimane eseguiti oltre 13mila tamponi rapidi

ANCONA  - La farmacia somiglia sempre più a un poliambulatorio. Tamponi rapidi, test sierologici, prenotazioni visite specialistiche ed esami, holter cardiaco, pressorio, elettrocardiogramma, autoanalisi e, soprattutto, la disponibilità di un farmacista-consulente (gratuito) per la cittadinanza.

LEGGI ANCHE;

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi sabato 6 marzo 2021: 23.641 nuovi contagi e 307 morti. Crescono le terapie intensive

 

Servizi che nei comuni più piccoli e per i residenti più anziani sono oro colato. In due settimane, e fino a ieri, nelle circa 200 farmacie marchigiane (su 534) che hanno aderito al servizio, sono stati eseguiti oltre 13mila tamponi rapidi (a 18 euro), con una percentuale di positività al Covid-19 del 3-4%. «Sono circa 120 le farmacie rurali, quelle nei piccoli paesi, che hanno aderito, alcune delle quali allestendo degli spazi all’esterno pur di garantire un servizio indispensabile in questo momento» sottolineano il presidente di Federfarma Marche, Andrea Avitabile, e il responsabile delle farmacie rurali, Marco Meconi.


Circa 20mila i test sierologici effettuati fino a ieri, sempre con il 3-4% di casi di positività. Sono gli stessi farmacisti che consigliano il cittadino a quale esame sottoporsi. E proseguirà fino al 15 marzo la campagna “Un saturimetro in ogni famiglia”. Nelle Marche sono stati già venduti circa 10mila dispositivi a 19,90 euro, la metà del normale prezzo commerciale, grazie allo sforzo economico di Federfarma e Farmacentro, la cooperativa di acquisto e distribuzione del materiale. «Abbiamo dato la nostra piena disponibilità anche per la vaccinazione della popolazione, in caso si rendesse necessario» spiegano i vertici di Federfarma che evidenziano l’importanza della farmacia in un periodo in cui da un lato c’è il timore diffuso di accedere alle strutture sanitarie e dall’altro alcuni servizi sono sospesi per far fronte alla pandemia.

«Se da marzo a maggio 2020 la situazione è stata dura, da ottobre stiamo lavorando in condizioni molto più difficili. Anche la semplice prenotazione di una visita specialistica richiede una consulenza specifica, viste le difficoltà quotidiane» afferma Avitabile, che ricorda come in circa 150 farmacie è possibile effettuare holter cardiaco, holter pressorio, elettrocardiogramma, con lettura immediata da parte del medico, glicemia, emoglobina glicata. «Servizi che alleggeriscono il peso alle strutture sanitarie e agli ambulatori dei medici di base, danno maggiore sicurezza al paziente e forniscono una prevenzione sempre più importante, in alcuni casi salva-vita» precisa Meconi che prende come esempio il caso di un paziente. Sabato si è sottoposto ad elettrocardiogramma perché non si sentiva bene e dopo nemmeno 10 minuti è stato invitato a recarsi al pronto soccorso.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA