Confermato lo sciopero dei benzinai, ma il fronte si sfalda: qualcuno chiuderà solo un giorno. Ecco i distributori aperti nelle Marche

Sciopero benzinai, via alle 19 (alle 22 in autostrada). Ecco i distributori aperti nelle Marche e i prezzi schizzano
Sciopero benzinai, via alle 19 (alle 22 in autostrada). Ecco i distributori aperti nelle Marche e i prezzi schizzano
3 Minuti di Lettura
Martedì 24 Gennaio 2023, 10:54 - Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio, 12:56

Sciopero di 48 ore indetto dai benzinai in tutta Italia, prime code ai distributori stasera anche nelle Marche. Sciopero al via ieri sera alle 19 sulla rete ordinaria e dalle 22 sulle autostrade i distributori, anche self service. Ma i distributori saranno chiusi due giorni? Forse uno solo. È la proposta della Faib Confesercenti (che rappresenta in Italia la maggior parte dei benzinai) dopo l'incontro con il Governo, rigettata però da Fegica e Figisc/Anisa: dalle 19 del 24 gennaio alle 19 del 25 gennaio. 

Duplice incontro con il ministro Urso

La presidenza nazionale Faib Confesercenti, riunita d'urgenza, a seguito dell'incontro con il ministro Urso, ha valutato e ritenuto positive le aperture presentate e già formalizzate con un emendamento al decreto legge e ha deciso di ridurre a un solo giorno la mobilitazione. La decisione verrà presentata alla riunione di coordinamento con le altre sigle, fissata per mercoledì mattina alle 11.«Troppo poco e troppo tardi per revocare lo sciopero» che quindi «rimane confermato». Così in una nota i presidenti di Fegica e Figisc/Anisa spiegando che «il tentativo in extremis fatto dal ministro Urso, peraltro apprezzato, non riesce ad intervenire con la necessaria concretezza».  Ricordiamo che le organizzazioni sindacali hanno optato per lo sciopero per protestare contro le misure del decreto Trasparenza sui prezzi dei carburanti, in particolare contro l’esposizione del cartellone con il prezzo medio regionale settimanale e contro le sanzioni previste in caso di mancato rispetto della pubblicità dei prezzi.

L’adesione allo sciopero dei benzinai, tolte le precettazioni e pompe bianche, è sfiora il 90%: 12 mila punti su 22mila gestori indipendenti aderenti alle tre sigle che stanno scioperando insieme solo per la giornata di oggi. Giovedì, infatti, la Faib non proseguirà. I sindacati incontreranno nuovamente il ministero delle Imprese e del Made in Italy oggi pomeriggio.

L'elenco di chi resta aperto

Le prefetture hanno stilato un elenco dei rifornimenti che saranno comunque aperti per garantire in servizio durante la serrata nazionale, mentre quelle di Ascoli e Pesaro hanno inviato una lettera ai sindaci delle due province chiedendo di garantire nel territorio l'apertura del 50% dei distributori aperti nei giorni festivi. In autostrada, nel tratto marchigiano, saranno chiuse tutti i distributori di benzina, self service compresi. 

Sciopero dei benzinai, la serrata fa schizzare i prezzi

Mentre iniziano le prime file ai distributori delle Marche degli automobilisti che nelle scorse ore non avevano provveduto a fare il pieno, abbiamo fatto un giro nel capoluogo della regione per verificare i prezzi a poche ore dalla serrata. Ad Ancona si va da 1,879 euro per il diesel (self) al 2,401 per il servito, mentre per la super i prezzi variano da 1,779 self a 2,314 servito. 

ECCO I BENZINAI APERTI NEL TRATTO MARCHIGIANO DELL'A14

AREA DI SERVIZIO ESINO OVEST KM 209

AREA DI SERVIZIO PICENO OVEST KM 921

AREA DI SERVIZIO CONERO EST KM 239

AREA DI SERVIZIO FOGLIA ESTA KM 159 

ECCO I DISTRIBUTORI APERTI IN PROVINCIA DI ANCONA

I distributori aperti in provincia di FERMO

C.da Mossa, 45
Sp Val d’Ete (Salvano)

Cometra (contrada Canale, 17)
SANT’ELPIDIO A MARE

Via Montegranarese, 3191
PORTO SANT’ELPIDIO

Via Cavour, 227
MARINA DI ALTIDONA

Statale 16 Adriatica-via Aprutina
GROTTAZZOLINA

Sp Girola
MONTE URANO 

Sp Faleriense KM 10+158
MONTEGIORGIO 

Sp 239 KM 28+950
PEDASO
Eni Station piazza Roma

Distributori aperti in provincia di  Pesaro e Urbino

© RIPRODUZIONE RISERVATA