Quadrilatero, ci siamo quasi: la Pedemontana per il 2023. Entro l’anno l’apertura dell’ultimo tratto di 2 km. Ecco il programma

Mercoledì 20 Ottobre 2021 di Maria Teresa Bianciardi
Quadrilatero, ci siamo quasi: la Pedemontana per il 2023. Entro l anno l apertura dell ultimo tratto di 2 km. Ecco il programma

ANCONA - L’ultimo taglio del nastro è stato ad agosto con l’apertura tra Genga e Serra San Quirico del tratto a quattro corsie atteso da anni. Alla fine del 2021, invece, verrà ultimato il tratto di circa 2 km con il viadotto Mariani, bloccato a causa del ritrovamento di sei fusti di cromo esavalente, metallo tossico per l’uomo e l’ambiente: l’ultimo tassello per la Quadrilatero, che finalmente verrà completata, almeno per quanto riguarda il versante marchigiano.

 

 

 
Le tappe
Da qui al 2023, poi, tutta una serie di step che porteranno alla realizzazione della Pedemontana delle Marche e dell’intervalliva Tolentino-San Severino. Ma sulle infrastrutture marchigiane, specialmente quelle incompiute, la giunta regionale da qui ai prossimi quattro anni ha deciso di imprimere una forte accelerazione, forte anche dei fondi che arriveranno dal Pnrr: nel dossier dei cantieri da portare a termine il riavvio dei lavori sulla Salaria, il tavolo tecnico per la realizzazione della terza corsia da Porto Sant’Elpidio a San Benedetto compreso l’accordo raggiunto con Società autostrade per fermare i cantieri lungo le carreggiate nel periodo estivo e nei giorni festivi fino al prossimo giugno.


Le scadenze
Ovviamente nel planning la realizzazione dell’Ultimo miglio, ossia l’uscita dal porto di Ancona con un impegno di spesa pari a 99,6 milioni di euro. Ma sul collegamento della Quadrilatero alle zone interne della provincia di Macerata, la notizia è che per l’intervalliva con l’allaccio funzionale alla città maceratese nel tratto Mattei - La Pieve (57.1 milioni per 3 km) si prevede l’approvazione del progetto definitivo da parte del Cipess entro il secondo trimestre del 2022. Alla fine del prossimo anno dovrebbero invece essere avviati i lavori per l’intervalliva Tolentino - San Severino Marche, con una spesa di 132.720.000 euro per 7,2 km. Per la Pedemontana delle Marche, tra Fabriano e Matelica nord (90 milioni, 9,6 km), l’avanzamento dei lavori è all’ 81% e l’ultimazione è prevista per 31 dicembre. Il secondo lotto, tra Matelica nord e Castelraimondo nord, costerà altrettanto per un tratto lungo poco più di 8 chiloteri: il cantiere è al 33% dei lavori che dovrebbero concludersi, nel primo trimestre 2022.


I tratti da terminare
Si procede così con il terzo lotto che va da Castelraimondo nord a Castelraimondo sud (3,8 km) e subito dopo con il quarto lotto da Castelraimondo sud all’innesto della SS77 a Muccia (13,8 km): in questo caso il costo totale dell’opera è di circa 159,5 milioni di euro: l’avanzamento dei lavori è ancora al 2% e la chiusura dei cantieri è fissata per giugno 2023. Ma tra gli impegni della giunta Acquaroli, che nei giorni scorsi ha presentato il report sul primo anno di governo, ci sono anche 12 milioni di euro come contributo ai Comuni per la sicurezza stradale, il censimento, l’ispezione ed il monitoraggio di ponti, gallerie e cavalcavia sulle strade di proprietà regionale per quasi 5 milioni e la sistemazione delle strade di campagna danneggiate dall’alluvione del 2014 per un totale di 1,2 milioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre, 10:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA